Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Il lago di Garda sarà abbassato di 15 cm per salvaguardare le coste

Firmato lo storico documento che protocolla l'abbassamento di 15 cm delle acque del lago, fino a 1,25 metri sopra lo zero idrometrico. Una scelta 'tecnica' per salvaguardare le spiagge e per "far respirare" il depuratore

Abbassare il lago più grande d’Italia di 15 centimetri non dev’essere cosa facile. Ma gli amministratori locali delle sponde veronesi e bresciane del Garda hanno raggiunto l’accordo di protocollo per la revisione della regolazione dei livelli idrometrici delle acque lacustri, per salvaguardare le rive e le spiagge dal rischio di piccole inondazioni, oltre che dare un po’ di respiro al depuratore di Peschiera che quando piove forte è costretto, per carenze strutturali, a scaricare acque non pulite nel fiume Mincio.

Un documento firmato e protocollato che prenderà il via a seguito di una lunga stagione di trattative, durata anche anni: si è così deciso di abbassare fino a 1,25 metri sopra lo zero idrometrico il livello delle acque del lago, appunto 15 centimetri in meno rispetto alla quota ‘storica’ di un metro e 40 fissata nell’ormai lontano 1965.

Il primo anno sarà una prova sperimentale: in caso di successo e buona riuscita dell’esperimento il lago sarà sensibilmente più basso, almeno nel periodo autunnale e invernale. Prime preoccupazioni da parte degli agricoltori, subito ‘sedate’ dalla risposta dei ‘tecnici’: “L’irrigazione non sarà compromessa, il Garda può garantire fino a 900 milioni di metri cubi di acqua all’anno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lago di Garda sarà abbassato di 15 cm per salvaguardare le coste

BresciaToday è in caricamento