Brescia, Via Michelangelo: A2A stacca l'acqua a un condominio

Dagli uffici di A2A una lettera che spiega il taglio della fornitura di acqua calda per un condominio di Via Michelangelo. Inviperiti gli inquilini: "Noi paghiamo sempre, la colpa è solo di qualche furbetto"

Colpirne uno per educarne cento: a San Polo invece se ne colpiscono 18 per educarne forse quattro, forse cinque. In un condominio di Via Michelangelo presto non ci sarà più l’acqua calda, da A2A fanno sapere che a causa di una morosità latente si è costretti a prender provvedimenti, e a tagliare la fornitura.

Inviperiti i condomini ‘paganti’, che sostengono di essere sempre stati in regola. “Abbiamo pagato sempre tutto, ogni bolletta – raccontano – e non ci sembra giusto che per colpa di un paio di furbetti adesso ci tolgano l’acqua anche a noi”.

Stando alle ‘notizie di palazzo’ sarebbero infatti quattro o cinque gli inquilini ‘morosi’. Fatture arretrate non pagate che a forza di accumularsi hanno reso la situazione insostenibile, e l’amministratore non può permettersi di pagare una tale cifra.

Da qui la decisione di A2A: verrà staccata l’intera utenza condominiale perché è un’utenza unica. “E’ successa la stessa cosa l’anno scorso – spiegano i ‘paganti’ – siamo stanchi e stufi di scontare colpe altrui”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento