A Brescia arrivano le vetrine che parlano ai passanti

In tre negozi Lekkerland sono state installate delle vetrine parlanti: si accorgono dei passanti in avvicinamento e inviano messaggi pubblicitari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Si accorgono di un potenziale cliente in avvicinamento, lo identificano e gli propongono un prodotto o un'offerta presente nel negozio. Usate in tutto il mondo da marchi leader come Calvin Klein e Hugo Boss, da oggi le Whispering Windows (questo il loro nome originale) arrivano in città, a servizio dei punti vendita Lekkerland di via San Rocchino, di via della Volta e di via San Faustino.

La tecnologia alla base delle Whispering Windows nasce dai lavori e dai progetti portati avanti dalla Marina Usa sulla tecnologia del sonar. Proprio sulla base degli studi legati allo sviluppo di materiali in grado di migliorare la portata, la durata e la precisione della tecnologia, l'azienda costruttrice ha sviluppato il sistema alla base delle "vetrine parlanti".

«Si tratta di “diffusori a magnetostrizione” – spiega Antonio De Bellis, responsabile marketing di SDC-Lekkerland – che propagano l’audio per vibrazione tramite corpi solidi come appunto vetro, legno e cartongesso, garantendo un effetto particolare dal punto di vista della diffusione acustica di cui diventa praticamente impossibile riconoscere la sorgente audio, ma che offre un effetto avvolgente per tutta la lunghezza della vetrina. Abbiamo creato un palinsesto di attività promozionali che procederà in parallelo con la comunicazione audio. In questo modo evidenzieremo a rotazione i prodotti e le marche in assortimento e garantiremo ai nostri clienti un’offerta sempre più mirata sulle loro esigenze e abitudini di acquisto. In partnership con Think and Make, distributore in Italia di questa tecnologia, stiamo inoltre effettuando una comunicazione audio esterna al negozio che integra musica e spot pubblicitari con l’obiettivo di sorprendere i passanti».

Chi vorrà farsi due passi in centro semplicemente per rilassarsi e per starsene solo - e non per essere sopreso - da oggi avrà qualche difficoltà in più.

 

Torna su
BresciaToday è in caricamento