Imprenditore morto, milioni di euro alla badante: nei guai due avvocati

E' stata fissata per il prossimo 11 aprile l'udienza con l'accusa di circonvenzione di incapace nei confronti degli avvocati bresciani Ernesto Folli e Luca Dagnoli

Foto di repertorio

Tutti e due dovranno essere ancora giudicati sulla vicenda, e insieme a loro anche l'avvocato Dagnoli. In tutto si parlava di un capitale di oltre 3 milioni di euro, tra proprietà immobiliari e patrimonio liquido.

Altro processo invece è quello che coinvolge i due avvocati, e che appunto sarà discusso il prossimo 11 aprile. I due legali avrebbero infatti incassato circa 60mila euro di parcelle, sul finire del 2015, a poco più di un mese di distanza da quando l'anziano Risatti era stato giudicato incapace di intendere e di volere.

Gli avvocati ovviamente si difendono, presentando perizie mediche – l'ultima risalirebbe al dicembre del 2015 – in cui Risatti sarebbe risultato ben vigile, e tutt'altro che incapace. L'ultima parola spetta al giudice: dall'altra parte della barricata quelli che si sentono danneggiati, i quattro figli di Risatti, gli eredi legittimi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento