Cronaca Brescia Centro

Terremoto Tutor, sentenza storica: saranno rimossi dalla Tangenziale Sud

Saranno rimossi a breve, pena una sanzione di 500 euro per ogni giorni di ritardo: anche a Brescia l'onda lunga della sentenza che ha dato ragione a Romolo Donnini, l'inventore “ufficiale” del Tutor

Indi per cui, l'eventuale sanzione viene “scattata” solo se nel tratto interessato dal sistema di rilevamento viene effettivamente superato, in media e per tutto il tratto, il limite di velocità impostato su quella strada. A breve, anzi brevissimo sarà rimosso: ogni giorno di ritardo, così ha stabilito la Corte l'Appello, vale almeno 500 euro di multa.

La Provincia di Brescia ha annunciato la rivalsa nei confronti della società Project, la società che per conto di Autostrade per l'Italia ha venduto i dispositivi (per circa 600mila euro). Ma come già in autostrada, una volta rimossi i Tutor dovrebbero essere subito sostituiti, con nuovi macchinari che questa volta dovrebbero essere a norma.

La società Autostrade ha intanto annunciato che ricorrerà in Cassazione: insomma non è ancora finita. E le multe? Domanda lecita, risposta in bilico. Al momento il sistema Tutor risulta omologato dal Ministero dei Trasporti. Se il Ministero dovesse “rinnegare” la sua omologazione, ma sarà molto difficile, allora tutte le multe scattate da quel momento in poi non sarebbero più valide.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Tutor, sentenza storica: saranno rimossi dalla Tangenziale Sud

BresciaToday è in caricamento