Ponte di Christo: il giallo della navetta gratuita che invece si paga

Una ragazza si sfoga su Facebook dopo aver pagato 1 euro di biglietto sul bus navetta che doveva essere gratuito. "Ho chiesto il numero di un ufficio, qualcuno da contattare.. ma nessuno sa nulla"

Il Ponte di Christo (fonte: Instagram@harlack)

E se oltre ai tassisti, alle barche e agli affitti ci fossero anche degli autobus abusivi? Abusivi non perché irregolari, ma perché farebbero pagare 1 euro di biglietto anche se la navetta dovrebbe essere gratuita. La denuncia corre su Facebook: lo scrive Cristina Palazzi, sulla pagina ufficiale di The Floating Piers, rivolgendosi alla Zani Viaggi.

“Vi scrivo per avere chiarificazioni riguardo la navetta di Sulzano – scrive Cristina –. Siamo arrivati a Sulzano in moto e abbiamo parcheggiato al parcheggio di Via Tassano, e poi camminato fino all'entrata della passerella. Al ritorno, stremati dal caldo, abbiamo deciso di aspettare la navetta gratuita che parte da Sulzano, Via Cesare Battisti, e arriva a Sulzano, Via Tassano”.

Una volta saliti però l'autista gli avrebbe chiesto i biglietti, nonostante ci sia “chiaramente scritto in lettere maiuscole e grassetto, navette gratuite”. Il racconto continua. “L'autista non fa un cenno e ci dice di comprare i biglietti, indicando un ragazzo giovane con una maglietta bianca senza alcun logo ufficiale da rivenditore”.

“Ho chiesto gentilmente all'autista come mai dovessimo pagare 1 euro, quando sul tabellone non c'era menzionato alcun pagamento. L'autista mi dice che non lo sa e di chiedere al ragazzo dei biglietti. Così ho fatto, e mi è stato risposto 'non lo so, chiedi all'autista'. Ho chiesto il numero di un ufficio, qualcuno da contattare.. ma nessuno sa nulla”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cristina e gli amici scendono dalla navetta, parlano con due agenti di Polizia. “Alle mie domande hanno risposto 'non è la prima persona che lo dice'. Com'è possibile che tutti debbano pagare 1 euro senza che ci sia scritto da nessuna parte?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Porta una sedia in giardino, gli cade sopra: carotide recisa, muore a 44 anni

  • Bonus auto, via alle prenotazioni: come ottenere l'ecobonus fino a 10mila euro

  • Tempesta nella notte: frane e fiumi straripati, paese in ginocchio

  • Lago di Garda, prurito quando si esce dall'acqua: è la "dermatite del bagnate"

  • Lombardia, primo morto Covid dopo 5 giorni: un 81enne di Lumezzane

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento