Cronaca

Bimba morta per malaria: aperta un'inchiesta per omicidio colposo

Si tratterebbe di una procedura d'ufficio, utile alla Procura di Trento per allargare lo “spettro” delle indagini e verificare nel minimo dettaglio tutti i passaggi prima della morte della piccola Sofia

Foto d'archivio

Nell'inchiesta sulla morte della piccola Sofia Zago la Procura di Trento ha aperto un fascicolo d'indagine (contro ignoti) per omicidio colposo. Si tratterebbe di una procedura d'ufficio, utile per accertare se siano stati eseguiti tutti i protocolli prescritti per le cure, e soprattutto a ricostruire nel minimo dettaglio le varie tappe cliniche che purtroppo hanno portato alla morte della bimba.

A seguito dei primi accertamenti non sarebbe stata trovata nessuna zanzara infetta all'interno dell'ospedale di Trento, dove si sospetta che la bimba di soli 4 anni abbia potuto contrarre la malattia. Restano poco chiare infatti le modalità del contagio. Nelle prossime ore saranno confrontati anche i campioni biologici dei due bambini del Burkina Faso (ricoverati nello stesso ospedale) che già avevano contratto la malattia. 

Nessuna zanzara nelle trappole, ma non si esclude ancora l'ipotesi che l'insetto potesse essere in ospedale nei giorni scorsi. La piccola si era sentita male a Bibione, in vacanza con i genitori e il fratello. Era stata ricoverata a Portogruaro, poi a Trento e infine a Brescia. Niente da fare, purtroppo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba morta per malaria: aperta un'inchiesta per omicidio colposo

BresciaToday è in caricamento