Cronaca

In auto una montagna di cocaina, ma viene tradito dal cane dei narcos

Viveva in casa con dei narcotrafficanti, è stato requisito dalla Guardia di Finanza e poi addestrato: il dog terrier dei banditi diventa un redento Rex, un cane poliziotto che ha già fatto il suo primo blitz

Foto d’archivio

Da potenziale "complice" di una banda di criminali a futuro paladino della giustizia. La parabola (canina) di un dog terrier che un tempo stava imparando a fare la guardia alle proprietà di una gang, quando era ancora un cucciolo, e che adesso invece è passato dalla parte giusta, e "lavora" per le Fiamme Gialle.

Mestiere: cane antidroga. Requisito ai criminali suoi ex proprietari, dei narcotrafficanti, nell'ambito di un'operazione di polizia, e poi addestrato dagli esperti cinofili della Guardia di Finanza. Dopo qualche mese di prova finalmente al lavoro: e il novello Rex non ha certo deluso.

Anzi: grazie a lui è stato intercettato più di un chilo e mezzo di cocaina. Al passante stradale del Brennero: li nascondeva un auto un marocchino di 44 anni residente a Brescia. Un nascondiglio ingegnoso, in teoria a prova di fiuto canino.

La droga, in tutto 1.600 grammi di cocaina (valore di mercato oltre 140.000 euro), era stata nascosta in diverse condizioni, ricoperte di dentifricio per coprirne l'odore. Ma il redento Rex non si è fatto ingannare, e le ha subito scovate. L'uomo ovviamente è stato arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto una montagna di cocaina, ma viene tradito dal cane dei narcos

BresciaToday è in caricamento