Cronaca Montichiari

Pesci morti, tanfo e acqua putrida: sotto accusa uno scarico nel fiume

Il fiume Chiese sotto la lente di Arpa e Guardie Ecologiche Volontarie

Ipotesi di reato: disastro ambientale. Questo è quanto sarebbe emerso al termine della lunga campagna d’indagine da parte delle Guardia Ecologiche Volontarie, che hanno tenuto monitorato il fiume Chiese per circa un anno, con particolare attenzione al territorio di Montichiari soprattutto a seguito degli allarmi più recenti.

In pochi mesi, a Montichiari, si sono registrate varie morie di pesci, a centinaia alla volta, fortissimi odori provenire dall’acqua, la stessa acqua che cambiava colore, probabilmente a seguito di uno sversamento non regolare, “abusivo”.

Ma non c’è solo la pista degli sversamenti: nel mirino delle Guardie Ecologiche, su segnalazione di cittadini, lo scarico nella zona della Cartiera. Le ultime analisi dell’Arpa avrebbero infatti confermato l’elevatissima presenza di sostanze organiche, forse anche batteri fecali o intestinali come già successo per gli scarichi del lago di Garda o del lago d’Iseo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesci morti, tanfo e acqua putrida: sotto accusa uno scarico nel fiume

BresciaToday è in caricamento