Cronaca Centro / Via Lattanzio Gambara

"Disse basta, ma non urlò": assolto dall’accusa di stupro, esplode la protesta

Anche a Brescia il presidio del movimento "Non una di Meno" per contestare la recentissima sentenza del tribunale di Torino che ha assolto da ogni accusa Massimo Raccuia, ex commissario Croce Rossa

Secondo la testimonianza di Laura, ex crocerossina, Raccuia l'avrebbe costretta più volte a subire rapporti sessuali. Non solo: secondo l'accusa l'uomo avrebbe anche minacciato la donna (che aveva un contratto a termine, interinale) di farle perdere il posto di lavoro se non avesse acconsentito ai suoi voleri.

La donna ha raccontato di momenti in cui le telefonava anche “trenta volte al giorno”, o di quando prese coraggio e disse tutto alla Polizia. In accordo con gli agenti, si incontrò ancora con Raccuia, che le saltò addosso in una stanza. “Stringevo le mani sul viso, non volevo mi baciasse”, ha raccontato ancora la donna. Quella scena venne filmata, e Raccuia arrestato in “diretta”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Disse basta, ma non urlò": assolto dall’accusa di stupro, esplode la protesta

BresciaToday è in caricamento