Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Mario Bozzoli: il giallo della fattura da 44mila euro prima della scomparsa

Un documento inedito getta nuove ombre sulla scomparsa di Mario Bozzoli, l'imprenditore di Marcheno di cui non si hanno notizie da quasi tre anni

La fattura mostrata a “Chi l’ha visto?“

Proprio Bozzoli avrebbe allora telefonato alla ditta che ha emesso la fattura, per chiedere spiegazioni: questi avrebbero poi confermato di aver effettuato i lavori per i Bozzoli, ma non per la fonderia di Marcheno ma per lo stabilimento “gemello” che si stava sviluppando a Bedizzole. Per Federica Sciarelli, potrebbe trattarsi di una truffa ai suoi danni messa in atto dai parenti.

Il resto al momento non trova conferma, ma è di certo “pane” per i denti degli investigatori che sono tornati sul caso, a seguito dell'avocazione dello stesso disposta dalla Procura di Brescia. La fattura è datata 18 settembre 2015, solo un paio di settimane dalla scomparsa di Mario Bozzoli.

E pare che in quei giorni l'imprenditore fosse molto contrariato, per non dire arrabbiato, tenuto all'oscuro di una spesa così consistente. Poi c'è la felpa, quella che lui indossava spesso, che sarebbe scomparsa e poi riapparsa, solo a seguito del dissequestro della fabbrica di Marcheno. Ancora tante, troppe cose da sapere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mario Bozzoli: il giallo della fattura da 44mila euro prima della scomparsa

BresciaToday è in caricamento