Mario Bozzoli: il giallo della fattura da 44mila euro prima della scomparsa

Un documento inedito getta nuove ombre sulla scomparsa di Mario Bozzoli, l'imprenditore di Marcheno di cui non si hanno notizie da quasi tre anni

La fattura mostrata a “Chi l’ha visto?“

Per il momento sono solo supposizioni, qualcuno direbbe addirittura illazioni: ma c'è una fattura da 44mila euro che entra prepotentemente a far parte dello scenario sulla scomparsa di Mario Bozzoli, l'imprenditore di Marcheno di cui ormai non si hanno notizie certe da quasi tre anni, e per cui sono indagati – in concorso in omicidio e occultamento di cadavere – non solo due operai delle Fonderie Bozzoli ma anche i nipoti dello scomparso, figli del fratello Adelio.

La fattura, dicevamo: il documento è stato reso pubblico mercoledì sera durante la trasmissione televisiva “Chi l'ha visto”. Tante le ipotesi: pare che Mario Bozzoli non fosse a conoscenza del pagamento ancora da saldare. E non certo una modica cifra: si parla di lavori per un totale di quasi 44mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento