Maxi evasione da 11 milioni di euro: nei guai imprenditore di Manerbio

La Guardia di Finanza ha scoperto un nuovo maxi-evasore fiscale nel Bresciano. A finire nei guai, stavolta, è stato un imprenditore di Manerbio titolare di un’azienda che si occupa di metalli non ferrosi (il nome non è stato divulgato). 

L’uomo è accusato di aver occultato all’erario 11 milioni di euro e di non aver versato Iva per circa 300 mila euro, utilizzando il sistema fraudolento delle “cartiere”, società fittizie create ad hoc per emettere fatture false, con lo scopo di documentare una fuoriuscita di denaro rimasto in realtà nelle casse della ditta.

Nelle indagini condotte dalla Tenenza della Guardia di Finanza di Manerbio è rimasta coinvolta anche una società ungherese, utilizzata tra l’altro per celare il rimpatrio di denaro contante. Il titolare della ditta e altre quattro persone sono state denunciate con l’accusa di occultamento della documentazione contabile ed emissione e/o annotazione di fatture false.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento