Minacce all'ex fidanzata bresciana, in carcere concorrente del Grande Fratello

Nonostante fosse sottoposto ad obbligo di dimora in provincia di Bergamo, Kiran Maccali si è recato sotto casa della ex

Non poteva muoversi dalla sua abitazione di Romano di Lombardia in quanto da gennaio si trova agli arresti domiciliari, eppure si è recato sotto casa della sua ex, nella nostra provincia, per minacciarla. Visto che si è giocato male la carta dei domiciliari, per Kiran Maccali si sono aperte le porte del carcere. 

Partecipante alla dodicesima edizione del Grande Fratello, il 31enne di origini indiane è finito nei guai la prima volta la scorsa estate quando venne accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Lo stesso trentunenne è stato anche denunciato per maltrattamenti in famiglia nei confronti dei genitori. Fu sua madre, stanca dopo l’ennesima aggressione, a chiedere l’intervento dei militari per placare il giovane, adottato quando aveva soli tre mesi. In attesa del processo Kiran Maccali ottenne la misura dei domiciliari, violata ripetutamente nelle ultime settimane, il tutto aggravato dalle minacce alla ex che vive nella nostra provincia.  

Il nuovo arresto è avvenuto questa mattina ad opera dei carabinieri della Stazione di Romano di Lombardia: Kiran Maccali è stato portato presso la Casa Circondariale di Bergamo. La Corte d’Appello di Brescia nel relativo provvedimento giustifica l’applicazione del carcere a causa della mancanza di “capacità autocustodiale” da parte dell’imputato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento