menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Katia Ghirardi sotto assedio: in banca arrivano i carabinieri

Non è ancora finita per Katia Ghirardi: la direttrice della filiale Intesa San Paolo di Castiglione delle Stiviere è bersagliata di telefonate e di richieste di amicizia. E in banca arrivano pure i carabinieri

C’è quel ritornello che in molti non riescono ancora a togliersi dalla testa: “Io ci sto. Ci metto la faccia, ci metto la testa, ci metto il mio cuore”. Non poteva certo finire così l’avventura di Katia Ghirardi, la direttrice di filiale di Banca Intesa San Paolo di Castiglione delle Stiviere (ma lei è bresciana, abita a Desenzano del Garda) divenuta in meno di 24 ore la star indiscussa della rete.

Inutile ricordare di cosa tratta il video che la vede protagonista, con i suoi dipendenti: in meno di un giorno aveva raggiunto e superato le 3 milioni di visualizzazioni. Adesso abbiamo perso il conto. Un assalto alla figura di Katia Ghirardi, dicevamo, che non si esaurisce sul web. Purtroppo.

Indiscrezioni confermate da più voci, anche sulla stampa, racconterebbero della filiale letteralmente presa d’assalto, da curiosi e non solo, da giornalisti e gente in cerca di qualche minuto di celebrità. Passando davanti alla banca, c’è chi urla dalla strada: “Dov’è Fabio?” (l’impiegato in malattia il giorno del video, ndr).

Pare che lei si sia presentata regolarmente al lavoro, ma i suoi colleghi non la farebbero avvicinare. Per motivi di sicurezza la banca sarebbe stata perfino presidiata dai carabinieri. Non sarebbe raggiungibile nemmeno a casa, e nemmeno al telefono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento