Ottanta coltellate, ma senza premeditazione: Giulia condannata a 16 anni

E' stata condannata a 16 anni di carcere la giovanissima Giulia Taesi, accusata dell'omicidio di Riad Belkhala (ucciso con più di 80 coltellate circa un anno e mezzo fa)

Giulia Taesi

E' stata condannata a 16 anni di carcere la giovanissima Giulia Taesi, accusata dell'omicidio di Riad Belkhala (ucciso con più di 80 coltellate circa un anno e mezzo fa) in concorso con il fidanzato Manuel Rossi, già condannato a 17 anni. Una condanna di primo grado: molto probabile che i due fidanzati ricorrano in appello.

Sarebbe stata dunque in parte smentita la tesi dell'accusa, secondo cui Giulia Taesi (oggi 23 anni, di Erbusco, faceva la barista) avrebbe avuto un ruolo preponderante nell'omicidio dello Zocco: il pm aveva chiesto 30 anni di carcere, puntando il dito contro la Taesi che sarebbe stata l'unica ad aver colpito Belkhala, mentre Manuel Rossi lo teneva fermo, seduto dietro.

Sarebbero state invece accolte, in parte, le istanze della difesa: il fatto che Giulia fosse troppo gracile per poter colpire con così tanta violenza, e il fatto che ad “attaccare” per primo sarebbe stato proprio Belkhala, e che il coltello fosse nella sua disponibilità, e che Manuel sarebbe intervenuto solo per difendere la fidanzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento