Cronaca Desenzano del Garda / Piazza Malvezzi

Storico bottegaio di paese dal 1964: il paese dice addio a Giovanni

Dalla sua bottega migliaia di panini imbottiti per i ragazzi del paese

Il suo negozio è aperto ininterrottamente dal 1964, cioè da quasi sessant'anni, ma ora la serranda è abbassata e c'è un triste cartello "Chiuso per lutto". Dopo avere detto addio a Giuliano Visconti, scomparso all'improvviso mentre era a Torino per la partita della Juventus, Desenzano piange un'altra figura storica, il bottegaio Giovanni Ruffoni. 

L'uomo è scomparso nella notte tra venerdì e sabato all'età di 85 anni. La sua bottega, «Attività storica» di Regione Lombardia dal 2021, è situata in pieno centro, in piazza Malvezzi. Da lì, Giovanni per tanti anni ha affettato amorevolmente prosciutti, salami e soprattutto la sua famosa mortadella gigante, posizionata proprio in vetrina, affettata a mano col coltello.  

Non solo bottegaio: Giovanni era molto attivo in diversi ambiti: presidente della scuadra di calcio dell'Uso Duomo, socio onorario dell'associazione di pesca "Asd Tirlindana", voce del coro parrocchiale. Lascia la moglie Domenica, i figli Claudio e Marco, la nuora Luana e le nipoti Giorgia e Ambra. I funerali verranno celebrati domani, lunedì 15 maggio, alle 16:00 in Duomo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storico bottegaio di paese dal 1964: il paese dice addio a Giovanni
BresciaToday è in caricamento