Ustioni gravissime dopo l'incidente: operaio lotta per la vita

E' ricoverato in gravissime condizioni al Niguarda di Milano il 58enne Gianfranco Acquaviva di Lonato, l'operaio vittima del terribile incidente di lunedì mattina alle Acciaierie di Calvisano

Foto d'archivio

Sono ancora gravissime le condizioni dell'operaio vittima del terribile infortunio sul lavoro di lunedì mattina alle Acciaierie di Calvisano: il 58enne Gianfranco Acquaviva di Lonato sta lottando per la vita, ricoverato nel reparto Grandi Ustionati del Niguarda di Milano (non prima di essere stato stabilizzato al Civile di Brescia) dopo aver riportato ustioni profonde, di secondo e terzo grado, su oltre due terzi del suo corpo.

L'incidente poco prima delle 9.30, mentre stava lavorando con altri operai alla pulizia di una vasca di colata. Un lavoro certo non semplice, ma tutto sommato di routine: eppure qualcosa è andato storto, perché quando le operazioni erano già alla fase conclusiva lui invece si trovava ancora all'interno della vasca, anche quando è stata sprigionata la fiammata che solitamente conclude la bonifica.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento