Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Preseglie

Cade dalla staccionata e muore: "Non è incidente, l’ha ucciso la vicina di casa"

Clamorosa svolta nel processo per la morte di Fulvio Ferremi, il 71enne falegname di Preseglie morto due anni fa a una settimana dal ricovero in ospedale. Non sarebbe stato un incidente, ma un omicidio preterintenzionale

Una versione che i familiari non hanno mai “digerito”. Al punto di convincere il gip, due anni più tardi, a rigettare la richiesta di archiviazione. Non sarebbe caduto da solo, né tantomeno avrebbe finto: Ferremi sarebbe stato spinto volontariamente, e proprio le ferite provocate da quella caduta ne avrebbero provocato il decesso, una settimana più tardi.

Quel giorno il 71enne era seduto su una staccionata, quando sarebbe andato in scena il litigio. Questa la versione dei familiari: l’uomo sarebbe stato spinto dalla vicina di casa, cadendo all’indietro e sbattendo la testa. La donna presto sarà chiamata a rispondere, dal banco degli imputati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade dalla staccionata e muore: "Non è incidente, l’ha ucciso la vicina di casa"

BresciaToday è in caricamento