Cronaca

Brucia l'azienda del sindaco: rogo forse doloso, danni per 30mila euro

L'incendio è divampato domenica mattina da una catasta di legna ammassata non lontano dalla Floricoltura Tonale di Edolo, azienda di proprietà del sindaco di Incudine Bruno Serini

Foto d'archivio

Incendio a quanto pare doloso in prossimità dell'azienda del sindaco di Incudine Bruno Serini: le fiamme sono divampate domenica mattina, intorno alle 6, da una catasta di legna che era stata ammassata dal Consorzio Forestale dell'Alta Vallecamonica non lontano dalla Floricoltura Tonale, l'azienda florovivaistica appunto di proprietà del primo cittadino del piccolo paese Comune.

Le fiamme per fortuna sono state spente appena in tempo: in ogni caso, da un primo inventario la conta dei danni sarebbe comunque consistente, tra i 20 e i 30mila euro. Il fuoco è divampato rapidamente bruciando in pochi minuti più di 400 metri cubi di legname, arrivando a danneggiare anche parte del vivaio.

I Vigili del Fuoco erano impegnati poco distante, e sono arrivati in un attimo: ci sono volute comunque delle ore per domare fino all'ultimo focolaio. L'azienda del sindaco Serini si trova in località Lazzaretto, in territorio di Edolo, da poco trasferita (prima si trovava a Malonno). Dai primi accertamenti, come detto, non ci sarebbero dubbi sull'origine dolosa del rogo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia l'azienda del sindaco: rogo forse doloso, danni per 30mila euro

BresciaToday è in caricamento