Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Lumezzane

Cede un sasso, fa un volo di 70 metri: così è morto Fabio

La caduta quando stava affrontando la discesa dopo aver raggiunto la cima

Arrivati in cima, stavano già affrontando la discesa lungo la cresta sud quando all'improvviso un grosso sasso al quale era aggrappato ha ceduto, facendolo precipitare nel vuoto. Fabio Virginio Pasotti, 28enne di Lumezzane, è morto sul colpo a causa delle terribili ferite riportate nella caduta sulle rocce. Nel pomeriggio di ieri la notizia della tragedia è arrivata in Valtrompia, prima di sera è stato reso noto il nome della vittima. 

L'incidente si è verificato lungo la discesa dalla cima Cop, in val di Breguzzo. Fabio con un compagno escursionista aveva raggiunto la vetta poco prima, a 3mila metri di quota, e stava affrontando la discesa quando è precipitato nel vuoto. L'allarme è stato lanciato alle 12:50. Sul posto si sono recati gli uomini del Soccorso Alpino, ma una volta individuato e raggiunto il corpo di Fabio non hanno potuto che constatarne la morte. Sotto shock il compagno di escursione (che nel frattempo era stato assistito da una coppia di alpinisti di passaggio) portato a valle dai soccorritori. 

Grande il cordoglio per la vittima in Valle Trompia. Fabio, diplomato all'Itc di Sarezzo - come riporta il Giornale di Brescia - grande appassionato di montagna, lavorava in un'azienda di Lumezzane, dove viveva. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cede un sasso, fa un volo di 70 metri: così è morto Fabio

BresciaToday è in caricamento