Tradito dall'erba ghiacciata, precipitato per 20 metri: così è morto Enrico

Tragedia in montagna, ai piedi della cima di Punta Almana: il 46enne Enrico Usai, originario di Conegliano Veneto ma residente a Iseo, è morto dopo essere precipitato per una ventina di metri

Tradito dalla sua grande passione, la montagna: così è morto Enrico Usai, originario di Conegliano Veneto ma da tempo residente nel Bresciano, nella frazione di Cremignane a Iseo, e dipendente di un'azienda di Sarezzo. Aveva 46 anni. Proprio dal Veneto è stato lanciato l'allarme per la sua scomparsa: i familiari infatti non avevano sue notizie da sabato mattino.

La preoccupazione si è fatta crescente con il passare delle ore, mentre si facevano largo i segni inequivocabili della tragedia. Lunedì un macabro presagio: Usai doveva partire per la Germania per lavoro, ma non ha avvisato nessuno della sua assenza. Nel frattempo è stata ritrovata la sua automobile, parcheggiata ai piedi della cima di Punta Almana, sopra Sale Marasino.

Il corpo è stato ritrovato martedì mattina: dopo aver perlustrato i luoghi in cui si presumeva potesse essersi diretto, i volontari e i tecnici impegnati nelle ricerche (in tutto più di una cinquantina di persone, con il supporto dell'elicottero) hanno rilevato alcune tracce del suo passaggio in prossimità di un canale molto ripido.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Corpo riverso sul tavolino, ragazzo bresciano trovato morto in casa

  • Per la figlia avuta da Renga, Ambra sogna un futuro da Aurora Ramazzotti

Torna su
BresciaToday è in caricamento