Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Ragazzo morto in moto, lo straziante addio della fidanzata: "Senza di te, il vuoto"

Le lacrime dei parenti, degli amici, dei motociclisti delle "Pecore nere", della fidanzata Ester: in centinaia al funerale di Cristopher Antonioli, il ragazzo di soli 24 anni ucciso da un malore in moto

In centinaia, e da tutti i paesi nei dintorni. I parenti, gli amici, i suoi compagni di viaggio, i motociclisti delle "Pecore nere". L'ultimo e commosso saluto a Cristopher Antonioli, il ragazzo di soli 24 anni di Correggioli di Ostiglia morto domenica, ucciso da un malore improvviso - l'autopsia avrebbe confermato l'infarto - mentre in sella alla sua Yamaha R1 stava tornando a casa dopo una breve gita sul lago di Garda, in compagnia dello zio.

La tragedia a Roverbella, sulla Provinciale praticamente di fronte alla rotonda della San Carlo: colto da malore Cristopher ha perso il controllo della moto, finendo contro il guard-rail prima di rotolarsi senza vita sull'asfalto. Lacrime e rabbia, accompagnate dal rombo dei motori: al suo funerale anche tante, tantissime moto. La sua grande passione.

Cristopher faceva l'operaio, lavorava come saldatore alla Oleodinamica Panni. Lascia mamma e papà, un fratellino più piccolo, la giovane fidanzata Ester. Proprio lei ha scritto una lettera commovente, con cui salutarlo per l'ultima volta.

"Ho provato a cercare un senso a questo dolore immenso - scrive Ester - Non so cosa hai sentito tu, quando te ne sei andato. Ma so cosa ho sentito io: il vuoto. Quanta strada insieme, in questi tre anni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo morto in moto, lo straziante addio della fidanzata: "Senza di te, il vuoto"

BresciaToday è in caricamento