Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Su Facebook le tracce del killer: "Ho alzato il volume della tv e l'ho uccisa"

Via al processo per l'omicidio di Daniela Bani, la giovane mamma uccisa a soli 30 anni dall'ex marito Chaanbi Mootaz, che la colpì con una ventina di coltellate. L'uomo è latitante in Tunisia

Sono passati ormai tre anni da quella tragedia immensa, per cui ad oggi c'è un solo colpevole: Chaanbi Mootaz, il marito violento di Daniela Bani, la giovane mamma che nel settembre del 2014 venne uccisa a coltellate. Sono passati tre anni, il processo continua: ma l'unico imputato non c'è. L'ex marito è in fuga, chissà dove in Tunisia.

Latitante fin dal giorno dell'omicidio: dopo aver ucciso la moglie aveva lasciato i figli ad un amico, dicendo lui di portarli dai nonni, Giuseppina e Giambattista. Mootaz intanto era già saltato in macchina, per raggiungere l'aeroporto di Orio al Serio (dove è stata ritrovata la sua auto, una Ford Focus) e decollare verso l'ingiusta libertà.

Tracce del fuggitivo ce ne sarebbero eccome: l'ultima un messaggio su Facebook, in cui avrebbe chiesto ad amici e conoscenti come stanno i suoi figli. Senza una mamma, abbandonati al loro destino (per fortuna stanno coi nonni, che li amano come solo i nonni sanno fare). Adesso hanno 6 e 10 anni: stanno diventando grandi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su Facebook le tracce del killer: "Ho alzato il volume della tv e l'ho uccisa"

BresciaToday è in caricamento