Cronaca Via Milano / Via della Presolana

Lacrime per il sogno mai realizzato di Dharyl, morta a 27 anni

Saranno celebrati in patria i funerali dì Dharyl Avanzado, la ragazza filippina di 27 anni investita sulle strisce pedonali in via Malta, e morta in ospedale solo poche ore più tardi

Quel sorriso contagioso, il carattere solare, la bellezza della gioventù: questa era Dharyl Avanzado, la ragazza di 27 anni di origine filippina travolta e uccisa venerdì scorso, sulle strisce pedonali, morta in ospedale solo poche ore più tardi. La tragedia in via Malta: erano circa le 13.30 quando la giovane e' stata colpita in pieno, sbalzata a terra e poi soccorsa. Purtroppo niente da fare, il suo cuore ha smesso di battere al reparto di Rianimazione del Civile.

L'hanno ricordata nella chiesa protestante di Via San Zeno: Dharyl era una ragazza molto religiosa. Aggrappata alla fede per il sogno europeo di una vita migliore: i genitori nelle Filippine, lei in Italia con il fratello e due sorelle. A Brescia ormai da una decina d'anni: Dharyl si guadagnava da vivere facendo la colf, da tempo abitava al quartiere Primo Maggio, nei palazzoni di via della Presolana.

Le offerte raccolte in chiesa saranno interamente devolute alla famiglia, per il funerale. La camera ardente e' stata allestita al Civile di Brescia, la salma tra pochi giorni tornerà in patria, dove saranno celebrati i funerali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lacrime per il sogno mai realizzato di Dharyl, morta a 27 anni

BresciaToday è in caricamento