Cronaca Via Milano / Via Milano

Cipolle, olive e insalata assalite dagli insetti: nei guai fruttivendolo

Maxi-giornata di controlli in Via Milano: al setaccio negozi e locali a gestione straniera. Quattro i negozi sanzionati, anche per scarsa igiene.

Polizia Locale, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Reparto anticrimine di Milano, con i cani antidroga: questo l'intenso dispiegamento di forze - in tutto una quarantina di agenti - che martedì mattina è stato schierato nell'ambito di una giornata di controlli straordinari lungo tutta Via Milano a Brescia. Coinvolti anche i tecnici dell'Asl.

Riflettori puntati sulle attività commerciali, in larga parte gestite da operatori stranieri. Sono quattro i negozi che si sono 'meritati' sanzioni a vario titolo, anche per scarsa igiene. Sono stati tutti multati e 'diffidati': entro l'estate - quando seguiranno nuovi controlli - dovranno essere tutti in regola.

Nel dettaglio: problemi "edilizi" in una macelleria, dove l'altezza delle mattonelle è risultata essere fuori norma. In un negozio di ortofrutta invece etichetta fuori norma: i prezzi indicavano il costo della merce a "pezzo", e non al chilo come la legge prevede.

Nello stesso negozio di frutta e verdura sono stati invece riscontrati problemi di scarsa igiene: alcuni prodotti sono stati sequestrati - contenitori di olive, cipolle e insalata - perché assaliti dai moscerini. Sarebbero rimasti aperti da giorni, invece che essere "svuotati" in giornata. 

Altre sanzioni anche in un minimarket. Nessun problema per quanto riguarda le fatture di acquisto e gli scontrini di vendita della merce. Tutti i dipendenti sono risultati poi in regola con il permesso di soggiorno. In corso di verifica invece la regolarità dei contratti di lavoro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cipolle, olive e insalata assalite dagli insetti: nei guai fruttivendolo

BresciaToday è in caricamento