Cronaca Via Roma

Pennarello esplosivo, Piccioli resta in carcere: «Potrebbe reiterare il reato»

Lo ha deciso il Gip dopo l'interrogatorio di Garanzia. Nella sua abitazione sarebbero stati trovati altri 13 pennarelli simili a quello scoppiato nella biblioteca di Rezzato

La cassetta della posta in cui Piccioli sostiene di aver trovato il pennarello

Potrebbe reiterare il reato, per questo il gip non ha scarcerato Augusto Piccioli: l'uomo di 69 anni che ha perso tre dita a causa dello scoppio di un pennarello nella biblioteca di Rezzato.

Durante l'interrogatorio di garanzia Piccioli ha continuato a ripetere di aver trovato il pennarello nella cassetta della posta di casa. 

Una versione in contrasto con quanto hanno trovato i carabinieri nella sua abitazione. Durante una perquisizione i militari dell'Arma avrebbero rinvenuto altri 13 penarelli analoghi a quello esploso e pronti per essere utilizzati, oltre a diversi fogli e «manuali»  contenenti le indicazioni per costruire altri ordigni.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pennarello esplosivo, Piccioli resta in carcere: «Potrebbe reiterare il reato»

BresciaToday è in caricamento