Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Rudiano / via Grumelli 33

Stroncato dalla malattia, tutto il paese piange il volontario Angiolino

Era una delle anime dell'Associazione Volontari del Soccorso Fraterno

«Ciao a tutti»: questo il commiato, tipico del suo stile, col quale ha voluto salutare tutti quanti lo conoscevano. Angiolino Pasquali, 74 anni, residente a Rudiano, è deceduto nella notte tra giovedì e venerdì presso l'hospice di Orzinuovi dove era ricoverato a causa di una malattia che non gli lasciato scampo. 

Ex operaio in fabbrica all'Eurometal, in pensione da anni, Angiolino era sposato dal 2016 con Claudio Piantoni, conosciuto proprio in fabbrica. Entrambi erano anime instancabili dell'Associazione Volontari del Soccorso Fraterno, una realtà che a Rudiano da anni si batte per dare una mano a tutti quanti ne hanno bisogno. Tra le tante iniziative, la nascita della "Casa dell'Angelo". 

A raccontare di cosa si tratta è Claudio, sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi: «Non ci piaceva Casa del commiato e così la chiamammo dell'Angelo proprio in suo onore, perché questo edificio non sarebbe mai stato possibile senza il suo cimento. Angelo - prosegue Claudio - ha lottato con la burocrazia delle autorità pubbliche, portando a Rudiano un luogo in cui tutti possono essere salutati, senza dover sostenere sforzi finanziari». 

L'ultimo addio ad Angiolino avverrà lunedì, alle 10, proprio alla "Casa dell'Angelo" dove si terrà una cerimonia laica di saluto, con una particolarità: tutti quanti potranno mettere la propria firma sulla bara di Angiolino, prima che questa venga cremata con la salma. L'ultimo gesto di Angiolino, ancora rivolto agli altri, è stata la donazione delle cornee. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato dalla malattia, tutto il paese piange il volontario Angiolino
BresciaToday è in caricamento