Giovedì, 23 Settembre 2021
Utenze

Come risparmiare con gli elettrodomestici in cucina

La tecnologia come sempre ci viene in aiuto, ma anche il nostro comportamento non è da meno: ecco come risparmiare in bolletta, anche in cucina

Il tema del risparmio, in bolletta e non solo, è un argomento tanto caro anche ai bresciani: ma forse non tutti sanno che spesso gli sprechi maggiori (e quindi le maggiori spese) arrivano dalla cucina, dove si concentra buona parte dei nostri elettrodomestici, dal frigorifero al forno alla lavastoviglie solo per citarne alcuni. E' qui infatti che il consumo di energia è maggiore, ma esistono alcuni utili accorgimenti per ridurre l'impatto delle nostre fedeli apparecchiature, sia in bolletta che per l'ambiente.

Elettrodomestici a risparmio energetico

Scegliere elettrodomestici a basso consumo, con un considerevole risparmio energetico, è di fatto il primo passo da compiere per avere una cucina efficiente (e più economica). Non dobbiamo farci ingannare (solo) dal design: è importante tenere d'occhio la classe energetica: se vogliamo davvero risparmiare è meglio puntare agli apparecchi di classe A+++, magari più costosi inizialmente ma sicuramente più economici sul lungo periodo. Anche le dimensioni contano: più sono piccoli e meno consumano.

Risparmiare con il frigorifero

Abbiamo già trattato di frigoriferi smart, e pure le migliori strategie per avere un frigorifero sempre pulito. Ora ci occupiamo dei metodi migliori per ottimizzarne il funzionamento: per cominciare, è meglio evitare di utilizzare quelli a incasso, perché durano di meno. Il mobile che li circonda, infatti, gli impedisce di avere lo spazio sufficiente per disperdere il calore.

Negli ultimi anni anche la tecnologia ci è venuta in aiuto. Su tutti i modelli “no frost”, ovvero i frigoriferi ventilati che regolano continuamente la propria temperatura così da ridurre il dispendio energetico. Non da meno i modelli con doppio interruttore, che ci permettono di utilizzare il frigo e il congelatore in modo indipendente.

Risparmiare con il forno elettrico

Non c'è cucina senza forno, ma che allo stesso tempo è l'elettrodomestico tra più energivori quando è acceso e in uso. E come fare allora per utilizzarlo al meglio senza consumare troppo? Innanzitutto la scelta del modello: meglio un forno ventilato. E ancora: se potete, evitate il preriscaldamento, perché i forni di ultima generazione hanno tempi di riscaldamento molto rapidi. Sembra una cosa da poco, ma anche lo sportello trasparente può servire a controllare la cottura dei piatti senza aprire e chiudere lo sportello (circostanza che comporta altro dispendio energetico).

Risparmiare con il piano cottura

Il piano cottura può essere a induzione oppure con i classici fornelli, magari attrezzato con una cappa ultimo modello. Ma scaldare una padella o una pentola (e soprattutto il suo contenuto) comporta grandi consumi. Ecco perché è importante scegliere con attenzione i fuochi, che per non disperdere l'energia devono coprire al massimo i due terzi del fondo della pentola. Altro consiglio: utilizzate sempre i coperchi, che ovviamente trattengono il calore.

Risparmiare con la lavastoviglie

Altro elemento fondamentale in una cucina moderna, ormai da decenni un must nelle case degli italiani. Parliamo della lavastoviglie, per cui è sempre consigliabile un suo utilizzo consapevole: in tal senso, i cicli a bassa temperatura, a pieno carico e senza prelavaggio sono la scelta migliore per evitare gli sprechi e ridurre in consumi. Se i piatti sono molto sporchi, possiamo lasciarli un po' in ammollo: e invece di farli asciugare alla lavastoviglie, pensiamoci noi con un panno.

Prodotti online

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come risparmiare con gli elettrodomestici in cucina

BresciaToday è in caricamento