Utenze

Bolletta, programmi, consumi: come risparmiare con la lavatrice

Risparmio in bolletta anche utilizzando la lavatrice: dal contratto ai programmi “eco”, tutti i consigli per guadagnare tempo e denaro

Abbiamo già visto alcuni consigli sulla lavastoviglie, oggi ci occupiamo di come risparmiare anche utilizzando la lavatrice: come il frigorifero, è un altro elettrodomestico indispensabile per la vita di casa, ma allo stesso tempo anche tra i più insidiosi per quanto riguarda i costi in bolletta. Vediamo allora come “sfruttarla” e “organizzarla” nel migliore dei modi, risparmiando – è proprio il caso di dirlo – tempo e denaro.

La scelta degli orari (e del contratto)

Tutto dipende dal vostro fornitore di energia elettrica, ma a grandi linee i format di vendita e consumo di energia si suddividono in tre macro-categorie:

  • Nella fascia F1, dalle 8 alle 19 dal lunedì al venerdì i pressi dell'energia sono più alti;
  • La fascia F2, dalle 19 alle 8 nei giorni feriali, costa già meno della F1;
  • La più economica è la fascia F3, nel weekend e nei festivi.

Non va dimenticata anche la tipologia di contratto che abbiamo firmato:

  • Monorario: il costo dell'elettricità è uguale per tutta la giornata (conviene a chi utilizza gli elettrodomestici sia di sera che di giorno);
  • Bioraria: il contratto prevede la fascia F1 durante la settimana, e poi F2 e F3 come da prassi (la sera e nel weekend (perfetto per chi lavora fuori e torna a casa solo la sera)
  • Multioraria: ha costi variabili sulla base delle fasce di cui sopra. L'energia costa di più dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, seguita dalle fasce “intermedie” (dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23, il sabato dalle 7 alle 23) e infine la fascia più economica, da mezzanotte alle 7 tutti i giorni e dalle 23 alle 24, poi domenica e festivi.

Trucchi e consigli per risparmiare

Per utilizzare al meglio la nostra lavatrice, dunque, è meglio farlo quando l'energia costa meno. Insomma, un buon inizio. Ma vediamo anche qualche altro utile trucchetto:

  • Evitiamo il prelavaggio: non serve, salvo biancheria esageratamente sporca. Di fatto è il momento in cui la lavatrice consuma di più, sia di acqua che di energia elettrica. Un'alternativa? Avviare la lavatrice per pochi minuti, poi spegnerla e lasciare i panni in ammollo per almeno un'ora, prima di far ripartire il ciclo di lavaggio.
  • Classe energetica: è sempre meglio sostituire gli elettrodomestici ormai troppo vetusti, e puntare sui modelli nuovi (o quasi nuovi) con classe energetica A, A+ e A++.
  • Lavatrice a pieno carico: come già per la lavastoviglie, meglio utilizzare anche la lavatrice a pieno carico, piuttosto che a metà o peggio ancora un terzo o un quarto della sua capacità. Ma anche stavolta vale lo stesso consiglio: fatelo sempre senza esagerare, perché i sovraccarichi possono sia danneggiare le macchine che rallentare il lavaggio.
  • Temperature e programmi eco: lavare il bucato a 30 gradi è un ottimo modo per risparmiare in bolletta (e rispettare i capi, anche i più delicati). Con i programmi “eco”, anche se più lunghi, è possibile risparmiare fino al 40% dell'energia.

Manutenzione lavatrice a Brescia

Il risparmio comincia anche dalla pulizia: evita problemi futuri e migliora l'efficienza. A volte però anche le lavatrici migliori hanno bisogno di un check-up e di interventi di manutenzione: segnaliamo infine alcuni indirizzi della città a cui chiedere aiuto. A partire da Assistenza Bosch in Via Chiesa 1 (telefono 030 7778280), Cepez Srl in Via Foro Boario 36 (telefono 030 2310683) e Zamboni Servizi in Via Bezzecca 29 (telefono 030 392091).

Prodotti online per la lavatrice

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolletta, programmi, consumi: come risparmiare con la lavatrice

BresciaToday è in caricamento