Come lavare e disinfettare le scarpe

Tutti i metodi, ma proprio tutti, per pulire, sanificare, disinfettare e lavare le scarpe: e tenere alla larga germi e batteri

Poco più di un anno fa, quando cominciò a deflagrare l'emergenza coronavirus, si discuteva (e non poco) della rilevanza del contagio indiretto: ovvero, il rischio di prendere (o trasportare) il Covid-19 senza contatto umano o fisico. In molti hanno cominciato a lasciare le scarpe fuori dalla porta, oppure a lavarle e disinfettarle prima di entrare in casa. Per altri, invece, non era una novità: certo dipende dalla tradizione familiare (o dalle origini: chiedete ai tedeschi), ma per qualcuno già prima era un'abitudine togliersi le scarpe e infilarsi le ciabatte (o affini) una volta varcata la soglia.

Il motivo, al di là delle tradizioni familiari, è legato ovviamente al rischio di trasportare germi e batteri direttamente dentro casa. In questo periodo storico dove tante certezze sono perdute, ma nuove consapevolezze sono emerse, proviamo a vedere alcuni metodi efficaci per pulire e disinfettare le nostre scarpe.

Spray antibatterico

Non è molto diverso da quello che ci spruzziamo sulle mani: ma esistono modelli specifici per ambienti, superfici e quindi anche le scarpe. La formula più tipica si compone di sostanze microbiologicamente attive e particelle d'argento: oltre a “sterminare” i batteri permettono di far sparire anche i cattivi odori.

Lampada ultravioletta

Non è fantascienza ma vita quotidiana: con una lampada ultravioletta è possibile rimuovere batteri, virus, funghi e anche i cattivi odori grazie alle radiazioni UV-C istantaneamente generate. Va inserita direttamente nella scarpa e poi lasciata lavorare: certo ci vuole un po' più di tempo, tra i 10 minuti e il quarto d'ora, ma l'effetto è garantito.

Acqua e candeggina

E' forse uno dei classici rimedi della nonna: acqua e candeggina. Attenzione: usatelo solo sulle scarpe bianche, salvo spiacevoli sorprese (sbavature e decolorazioni, solo per citarne un paio). Il sistema funziona passando un panno inumidito con la soluzione sia all'interno che all'esterno, oltre che sotto la suola della scarpa.

Alcol denaturato

L'abbiamo utilizzato in lungo e in largo nelle nostre faccende di casa, e non solo. Ecco allora che può diventare un formidabile alleato anche nella pulizia delle scarpe. Basta riempire una vaschetta di una soluzione di acqua e alcol, e poi immergere le calzature per qualche minuto. Postilla: se il materiale è delicato, possiamo limitarci a sfregare con un panno.

Oli essenziali

Un'alternativa più o meno naturale: gli oli essenziali. I consigliati: eucalipto, menta piperita, bergamotto e timo, perché hanno proprietà battericide e funghicide. Bastano poche gocce per eliminare germi e batteri, quindi con effetto disinfettante, ma anche per “ripulire” sneaker e altre calzature anche dai cattivi odori.

Lavare le scarpe

La soluzione più drastica (ma più efficace) è quella di lavare le scarpe: anzi, a dirla tutta sarebbe da fare almeno una volta ogni tanto (una all'anno, una ogni sei mesi: poi dipende cosa ci fate, con le vostre scarpe). Possiamo lavarle a mano, utilizzando preferibilmente del sapone di marsiglia da allungare in acqua, in una bacinella. Oppure in lavatrice, ma questo funziona solo con scarpe da ginnastica o sneaker resistenti. E per farle asciugare? Un poco di carta all'interno, per non far perdere la forma, e poi “appese” a testa in giù.

Prodotti online

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in piazza: maniaco insegue due ragazzine di 15 e 17 anni per violentarle

  • Bonus Verde: detrazioni fino a 1.800 euro per lavori in giardino

  • Come pulire la casa con la forza del vapore

Torna su
BresciaToday è in caricamento