Amuchina e disinfettanti esauriti per il coronavirus? Ecco la ricetta per farli in casa

Coronavirus: le linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità per realizzare disinfettanti e Amuchina fai da te, da utilizzare in casa

Più di 320 casi in tutta Italia, di cui 240 in Lombardia: e almeno 10 decessi, come riferito dal capo del dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli nella conferenza stampa di martedì sera: sono questi gli ultimi aggiornamenti sull'emergenza coronavirus. Al di là della situazione sanitaria, con la provincia di Brescia che ad oggi presenta solo due casi, non sono mancati lunghi attimi di psicosi collettiva, con l'assalto ai supermercati in vista di un'improbabile quarantena e l'acquisto spasmodico di mascherine e disinfettanti anche in farmacia (rapidamente esauriti).

Proprio il tema dei disinfettanti per la casa, e dell'introvabile Amuchina, tiene banco nelle discussioni di piazza e sui social: anche per questo l'Organizzazione mondiale della sanità ha diffuso una ricetta fai da te per realizzare un disinfettante efficace per le mani.

Come preparare l'Amuchina fai da te

L'Amuchina altro non è che un igienizzante a base di alcol etilico, ipoclorito di sodio diluiti in acqua in percentuali specifiche in base ai diversi utilizzi che ne vengono fatti. Proprio partendo da questi ingredienti, è possibile realizzare un disinfettante per mani fai da te. Ricordiamo che andrà poi conservato in bottiglie di plastica o vetro, ben tappate. Questa la ricetta completa:

  • 833 ml di alcol etilico al 96%
  • 42 ml di acqua ossigenata al 3%
  • 15 ml di glicerina (glicerolo, acquistabile in farmacia a pochi euro) al 98%
  • acqua distillata oppure acqua bollita e raffreddata fino ad arrivare ad 1 litro

Prodotti per disinfettare le mani

Per essere realmente efficace l'alcol etilico non va usato puro, ma diluito in acqua in percentuale non inferiore al 75% e su mani pulite, prive di incrostazioni di qualsiasi tipo o strati di unto, e asciutte. Nella ricetta dell'Amuchina fatta in casa è presente anche la glicerina, perché serve ad aumentare la densità del prodotto evitando che scivoli via dalle mani. L'acqua ossigenata, infine, serve ad eliminare eventuali spore batteriche non uccise dall'alcol.

Il Ministero della Sanità specifica che, per una corretta igiene delle mani, è indispensabile lavare spesso le mani, almeno per 40-60 secondi, o passare l'igienizzante (Amuchina o simili) per almeno 30-40 secondi. Si sconsiglia, inoltre, l'uso eccessivo di questi disinfettanti a base di alcol etilico che, con il tempo, seccano la cute e potrebbero favorire la resistenza nei batteri.

Prodotti per disinfettare le superfici

L'amuchina è consigliata non solo per igienizzare le mani, ma anche le superfici di casa, dai pavimenti alle mensole, a tutti i piani di lavoro. Per disinfettare queste superfici serve una soluzione a base di ipoclorito di sodio all’1%: ossia 99% di acqua e 1% di banalissima candeggina, come è chiamato comunemente l'ipoclorito di sodio per il suo potere sbiancante, oltre che di funghicida, sporacida e virucida. Per igienizzare efficacemente, il prodotto va lasciato agire dai 5 ai 15 minuti. Questa soluzione non è assolutamente indicata per le mani.

Come proteggersi dal coronavirus

Concludiamo infine con alcuni consigli utili per la propria igiene personale, come suggerito anche da Oms e Ministero della Salute, in ottica di contenimento del contagio da coronavirus:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • lavati spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni disinfettanti a base di alcol, da tenere in casa ma anche da portare sempre con te;
  • ricordati sempre di starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso.;
  • se hai lievi sintomi influenzali o di raffreddamento, utilizza una mascherina usa e getta, butta i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso e lavati spesso le mani;
  • mantieni una distanza di almeno un metro dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o se hanno la febbre, perché il virus può essere trasmesso col respiro a distanza ravvicinata;
  • evita di toccarti occhi, naso e bocca con le mani;
  • evita di mangiare carne cruda o poco cotta, lava sempre frutta e verdura ed evita di condividere bevande, stoviglie o quant'altro con le altre persone. 

Attualmente sembra che il nuovo coronavirus possa sopravvivere sulle superfici solo per alcune ore: per evitare il contagio di oggetti e superfici degli ambienti domestici è quindi sufficiente utilizzare dei semplici disinfettanti, come quelli a base di alcol o di candeggina. Se si passa molto tempo fuori casa, può essere utile anche portare sempre con sé delle salviette igienizzanti o munirsi di disinfettanti specifici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Utenze e servizi: le 10 cose da sempre rimandate e che è ora di fare

  • Ordine esteriore, benessere interiore: la nuova frontiera dell’interior design

  • L’igiene familiare e la pulizia della casa ai tempi del Coronavirus

  • Brescia: tutti i parchi e i giardini chiusi fino al 3 aprile

  • Tassa sui rifiuti: a Brescia sospeso il pagamento fino al 31 maggio

  • Come coltivare un orto nel giardino di casa

Torna su
BresciaToday è in caricamento