Sicurezza

Come pulire il ventilatore

Il caldo non ha ancora mollato la presa: in vista delle prossime giornate bollenti, ecco come pulire a fondo i ventilatori

Foto di Enrique Zafra da Pexels

Le previsioni non mentono, quasi mai: anche questo fine settimana è atteso un gran caldo, e per chi non l'ha ancora fatto (oppure per chi è appena rientrato le ferie) può essere davvero un'altra occasione per dare una bella pulita al nostro ventilatore, o ai ventilatori, i migliori alleati low-cost durante il periodo estivo, contro il caldo e l'umidità.

Ne esistono di ogni forma, colore e misura: dai ventilatori a piantana a quelli che invece si attaccano al soffitto, e ancora i ventilatori da tavolo e quelli a colonna. Ma su un punto in particolare gli esperti sono d'accordo: vanno puliti a fondo per evitare l'accumulo di polvere, sporco e batteri, che poi vengono diffusi nell'aria e respirati da chi si trova nella stanza.

Come smontare il ventilatore

Per cominciare, staccate la spina: sembra un suggerimento banale ma è sempre meglio non rischiare. Il ventilatore andrà smontato nelle sue varie parti. Se pensiamo ai modelli più diffusi, si compongono solitamente di due griglie, una anteriore e una posteriore, fissate tra loro da alcune viti.

Ovviamente andranno svitate, per smontare il piccolo elettrodomestico, così come andrà levata anche l'elica del ventilatore: ciascun componente potrà essere pulito se non addirittura lavato con cura, così da rimuovere ogni traccia di batteri, allergeni e quant'altro.

Come pulire il ventilatore

Per eliminare lo sporco e la polvere superficiale può bastare un panno in microfibra o uno spolverino di quelli cattura-polvere. La fase successiva prevede invece un lavaggio più approfondito, utilizzando un panno inumidito con acqua e aceto bianco: questa soluzione ci permetterà di intervenire sulla griglia, l'elica e i pulsanti, lasciando stare però i cavi e la spina. Una volta lavato andrà asciugato, e poi rimontato. Esistono anche soluzioni alternative, come il sapone di Marsiglia (al posto dell'aceto). 

Come pulire il ventilatore da soffitto

E qua le cose si complicano un pochino. Ma niente paura, è solo una modalità differente. Innanzitutto è doveroso staccare subito la corrente elettrica. Quando siamo al sicuro, il suggerimento è quello di utilizzare uno spolverino in microfibra con prolunga telescopica, così da poter lavorare direttamente da terra.

Per chi fosse attrezzato con una scala, invece, può arrivare a pulire faccia a faccia il nostro ventilatore da soffitto: se fosse davvero sporco, sintomo di una pulizia rimandata da troppo tempo, anche in questo caso si può utilizzare un panno umido (bagnato con sapone o succo di limone e bicarbonato, ma purché sia appena umido) e un altro per asciugarlo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come pulire il ventilatore

BresciaToday è in caricamento