Come rinnovare il pavimento senza togliere le mattonelle

Pavimento, quanto mi costi? Una guida utile per rinnovare la pavimentazione di casa senza sostituirla (e risparmiando un bel po')

Il pavimento, croce e delizia della nostra casa, dolce casa: l'inesorabile scorrere del tempo ci pone di fronte a inevitabili interrogativi. Tra questi: che fare quando il pavimento si è ormai rovinato? Abbiamo già cambiato i mobili, ma non è bastato. Dunque urge un intervento più “profondo”: ma c'è un modo per evitare lavori di ristrutturazione invasivi (e soprattutto costosi)? Esistono alcune alternative: da una semplice lucidatura fino a nuove coperture.

Un pavimento come nuovo

Vediamo alcune delle soluzioni più economiche (e appunto, meno invasive) per dare un tocco di gioventù al pavimento di casa. A cominciare dal rinnovo delle fughe: sono tra gli elementi più trascurati e dimenticati, ma è qui che si accumula lo sporco. Le soluzioni: procedere con una pulizia approfondita, affidandosi a professionisti, oppure cambiare colore.

Segue la lucidatura: il procedimento sarà utile ed efficace soprattutto sui pavimenti in marmo e in gres, che con il tempo (e qualche errore nella pulizia) tendono a diventare opachi. Anche in questo caso è meglio rivolgersi a un esperto: per un risultato ottimale, infatti, servirà una macchina da lucidatura. Concludiamo con la levigatura, utilizzata per i pavimenti in legno e adatta ai parquet tradizionali.

Copertura in vinile

Oltre alle “pulizie di primavera”, se questo non dovesse bastare si può sempre ricorrere alla copertura. Tra le coperture più utilizzate c'è sicuramente il vinile: resistente e facile da applicare, ha uno spessore ridotto e non va a impattare sulle porte e sui mobili. Gli stili consigliati: effetto legno, per gli amanti del classico, oppure l'effetto pietra per gli appassionati di stili moderni o minimal; infine il vinile colorato per dare un tocco alternativo alla stanza. 

Copertura in resina

Non meno nota, la copertura in resina: forse oggi è uno dei materiali più utilizzati. Si consiglia l'utilizzo di una resina auto-livellante, poiché grazie alla sua composizione viscosa è più facile da stendere, soprattutto sulle strutture già preesistenti. La resina è ideale per gli appartamenti in stile minimal, ma si adatta anche agli ambienti in stile moderno e negli open space.

Piastrelle adesive

L'ultima “formula” efficace per rinnovare il nostro pavimento senza spendere troppo è la posa di piastrelle adesive. Un tempo utilizzate in bagno o in cucina, dopo qualche anno di declino sono tornate in auge grazie a materiali, modelli e colori rinnovati. Le più consigliate sono le piastrelle in Pvc autoadesive: sono molto resistenti ma soprattutto facile da applicare. Esistono anche le classiche piastrelle da incollare con il silicone, ma in tal caso è sempre meglio rivolgersi a un professionista.

Prodotti online

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in piazza: maniaco insegue due ragazzine di 15 e 17 anni per violentarle

  • Bonus Verde: detrazioni fino a 1.800 euro per lavori in giardino

  • Come pulire la casa con la forza del vapore

Torna su
BresciaToday è in caricamento