Compro casa, vendo casa: l'identikit delle compravendite in Lombardia

Giovani coppie senza figli, di età compresa tra i 35 e i 44 anni, lavoratori dipendenti: ecco l'identikit delle compravendite di casa in Lombardia

Giovani coppie senza figli, di età compresa tra i 35 e i 44 anni, in gran parte lavoratori dipendenti, che se comprano casa lo fanno per coronare il sogno dell'acquisto di un'abitazione principale: è questo l'identikit ideale del “compratore di case” che vive e abita in Lombardia, secondo le ultime analisi condotte dall'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa. Non solo lombarda, la ricerca ha analizzato un campione di oltre 21.500 compravendite realizzate attraverso le agenzie affiliate (Tecnocasa e Tecnorete) nel primo semestre del 2019.

Analisi italiana

Se da un lato cresce l'investimento immobiliare, oggi a quota 17,9% quando quattro anni fa si fermava al 16,4%, il principale motivo d'acquisto è ovviamente legato all'abitazione principale (76,6%): solo il 5,5% delle compravendite si riferisce invece all'acquisto di case vacanza. Per chi compra la sua prima casa, invece, le scelte si focalizzano soprattutto sui trilocali (il 37,6%), poi quadrilocali (20,5%) e infine le soluzioni indipendenti e semindipendenti (18,7%), queste ultime sempre più apprezzate.

La situazione in Lombardia

In Lombardia i dati cambiano significativamente: nel 2019, da gennaio a giugno, l'82,8% degli acquisti ha riguardato l'abitazione principale, e solo il 13,5% la casa ad uso investimento e il 3,8% la casa vacanza (probabilmente sul Garda, dove il mercato del mattone – almeno in alcune zone – è tornato ad essere florido). 

Ma chi compra casa in Lombardia? Il 59,3% degli acquirenti ha un'età compresa tra i 18 e i 44 anni: il 29,2% ha meno di 34 anni, il 30,1% – la quota più elevata – tra i 35 e i 44 anni. Più sale l'età e meno si acquista: il 19,8% ha tra 45 e 54 anni, il 12,2% tra 55 e 64 anni, solo l'8,7% hanno 65 anni e oltre. 

Famiglie e lavoratori

Per quanto riguarda le famiglie, nel 69% dei casi l'acquisto è stato concluso da coppie e coppie con figli (rispettivamente il 40,7% e il 28,3%): i single sono meno di un terzo del totale, il 31%. E che lavoro fanno i compratori di casa? Nel 73,7% dei casi gli acquirenti in Lombardia sono lavoratori dipendenti: al secondo posto in graduatoria i pensionati (8,1%), i professionisti sono l'8%, gli imprenditori il 5%, gli artigiani l'1,3%. Curiose le percentuali relative alle casalinghe (2,3%) e ai disoccupati (0,3%).

Non solo acquisti: ecco chi vende

Analizzando le compravendite dal lato del venditore, nel primo semestre del 2019 la maggior parte delle persone ha venduto per reperire liquidità (42,8%), seguita da coloro che hanno venduto per migliorare la qualità abitativa (42,1%) ed infine da chi si è trasferito in un altro quartiere oppure in un’altra città (15,2%). Percentuali molto simili si erano registrate anche nel primo semestre del 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus facciata a Brescia: come ottenere rimborsi fino al 90%

  • Raccolta differenziata, chi la fa meglio: i Comuni bresciani dove si ricicla di più

  • Tre ore al giorno attaccati allo smartphone: sempre connessi, dal bagno al divano

  • Termocamino: alternativa efficiente agli impianti di riscaldamento tradizionali

  • Una casa per Natale: come scegliere gli addobbi e le decorazioni natalizie

  • Idromassaggio, sauna e bagno turco: ecco la doccia multifunzione

Torna su
BresciaToday è in caricamento