Mercoledì, 17 Luglio 2024
Vendita e Affitto

Case popolari: pubblicato il bando, a Brescia 94 alloggi disponibili

Pubblicato il bando per l'assegnazione di 94 alloggi popolari

Pubblicato il bando per l'assegnazione di alloggi Sap, Servizi abitativi pubblici, ex Erp (Edilizia residenziale pubblica), insomma gli alloggi popolari: a Brescia città (e a Collebeato) ce ne sono 94 disponibili e immediatamente assegnabili, 44 delle quali di proprietà del Comune di Brescia, 50 di proprietà di Aler Brescia-Cremona-Mantova (l'Azienda lombarda per l'edilizia residenziale). Le domande si possono presentare fino allo scoccare delle 12 del 21 aprile prossimo: ulteriori informazioni nella pagina dedicata del sito web del Comune di Brescia.

Come presentare domanda

Gli interessati potranno presentare la domanda esclusivamente online, sulla piattaforma (a questo link) per la gestione dei servizi abitativi di Regione Lombardia, registrandosi e autenticandosi necessariamente prima tramite Spid (Sistema pubblico di identità digitale), Cie (Carta d'identità elettronica) e i relativi codici pin, oppure con Tessera sanitaria o Carta nazionale dei servizi, purché dotata di microchip o certificato di autenticazione e chiavi di accesso. Sarà necessario inoltre avere una certificazione Isee valida e una marca da bollo da 16 euro in formato cartaceo (o una carta di credito per il pagamento online).

I requisiti per l'assegnazione

Tra i requisiti per l’assegnazione in locazione di un alloggio pubblico (determinati dalla Legge regionale 16/2016 e dal Regolamento regionale 4/2017) è necessario essere in possesso di una attestazione Isee valida inferiore a 16mila euro e avere la residenza o svolgere l’attività lavorativa nel Comune di Brescia o nel Comune di Collebeato (Piano di Zona Ambito 14). Gli alloggi - come detto, 94 in totale - verranno assegnati secondo l'ordine di graduatoria determinato dal punteggio Isbar, Indicatore dello stato di bisogno abitativo regionale, associato a ciascuna domanda, salva l'assegnazione del 40% degli alloggi totali da destinare ai nuclei indigenti (nuclei familiari con Isee inferiore a 3mila euro). 

Ciascun richiedente potrà indicare fino a due preferenze per unità abitative, sia di proprietà del Comune che di Aler. Se le abitazioni scelte non dovessero essere libere al momento dell’assegnazione, l’ente proprietario, dopo aver verificato i requisiti in fase istruttoria e la disponibilità, assegnerà un’unità abitativa come previsto dal bando.

Gli sportelli a cui chiedere aiuto

Per facilitare i cittadini nella presentazione della domanda, coloro che non dispongono di un accesso a Internet, possono rivolgersi su appuntamento agli sportelli messi a disposizione dal Comune di Brescia (tel. 030.2977426), da Aler (tel. 030.2117766) o dal Comune di Collebeato (tel. 030.2511120 - interno 3) o alle associazioni di rappresentanza dell’inquilinato Sunia (tel. 030.3729260), Sicet (tel. 030.3844511) e Uniat (tel. 030.2906125), a pagamento per i non iscritti o gratuitamente per gli iscritti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari: pubblicato il bando, a Brescia 94 alloggi disponibili
BresciaToday è in caricamento