Come riscaldare il balcone in inverno

Stufe a pellet, pompe di calore, caminetti anche “bio”: ecco alcune soluzioni per riscaldare, anche in autunno e inverno, gli spazi esterni di casa

Sulle montagne è già arrivata la neve, e anche in città e provincia (almeno quando non c'è il sole) si fanno sentire i primi freddi autunnali: tanto che in alcuni Comuni, tra cui il capoluogo, è già stato dato il via libera al riscaldamento di casa, in deroga alla normativa nazionale. Nonostante questo, è davvero un peccato rinunciare ai nostri spazi esterni: parliamo di balcone e veranda, che possono essere opportunamente riscaldati per poter passare qualche giornata (o serata) all'aria aperta anche quando fa più freddo. Vediamo alcune interessanti soluzioni.

Il caminetto esterno

Cominciamo dal caminetto: non è detto che possa tornare utile solo dentro casa. E' infatti una curiosa alternativa anche per i nostri spazi outdoor: il modello classico – alimentato a legna – può aiutarci a creare un ambiente elegante e raffinato. Certo bisogna fare i conti, nel vero senso della parola, con i costi: dall'installazione di una canna fumaria alla sua successiva manutenzione. Un'alternativa? Il biocaminetto, alimentato a bioetanolo (un combustibile naturale, non tossico).

La pompa di calore

La pompa di calore è una soluzione più rapida e meno dispendiosa, anche se – di nuovo, a conti fatti – ha lo svantaggio di costare un po' di più sul lungo periodo, almeno dal punto di vista energetico. Per questo sarebbe corretto installarla solo se utilizziamo l'esterno per poco tempo, e soprattutto se gli ambienti sono abbastanza piccoli: dà il meglio di sè, infatti, nel riscaldare zone localizzate.

Riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento può essere esteso dall'interno di casa fino al balcone: grazie a questa soluzione sarà possibile trasformare i nostri spazi esterni in una vera stanza in più, comodamente utilizzabile anche nel periodo invernale. Il funzionamento è noto: il riscaldamento arriva da terra, con tubazioni, e non incide assolutamente a livello estetico.

Una classica stufa

La stufa è il più classico dei classici: garantisce un'alta efficienza sia negli spazi interni che in quelli esterni. Anche in questo caso, però, il suo funzionamento migliora quando è al servizio di piccoli ambienti: per la cronaca ne esistono di varie tipologie, a partire dalle stufe a legna, le stufe a pellet e infine anche quelle a gas.

Lampade a infrarossi

In ultimo, ma non per importanza, parliamo delle lampade a infrarossi: una fonte di calore potente e omogenea, che tra l'altro può essere orientata dove ci serve, in base alle nostre esigenze. Le lampade a infrarossi hanno la caratteristica di diffondere calore senza creare umidità.

Riscaldamento per esterni a Brescia

Per concludere, come da prassi, ecco alcuni utili indirizzi di professionisti – operativi in città e provincia – a cui è possibile chiedere informazioni (e magari anche un intervento) nel caso volessimo attrezzare il balcone o la veranda di un riscaldamento autonomo. Solo per citarne alcuni: a Brescia segnaliamo Amotech srl in Via D'Annunzio (telefono 030 40182), a Nave Ceresoli Stufe in Via Brescia (telefono 030 2530172), a Villa Carcina Centin srl in Via Glisenti (telefono 030 8982556), sul lago di Garda Enertel Group in Via Enrico Fermi a Rivoltella (telefono 030 9901112).

Prodotti on line

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale fai da te: idee a costo zero per decorazioni e regali

  • Come addobbare l'albero di Natale: le idee e i colori del 2020

  • Albero di Natale fai da te: 10 idee per rivoluzionare la nostra casa

  • L'isola in cucina: dal tavolo al piano cottura, stili e modelli

  • La cabina armadio: quale scegliere e come realizzarla

  • Come ridurre l'inquinamento domestico: cause e rimedi

Torna su
BresciaToday è in caricamento