Il gazebo: un angolo di relax per il nostro giardino

In ferro o in legno, a vela o a pergola: tutto quello che c'è da sapere sui gazebo da giardino. Un angolo di relax per godersi l'estate, anche all'ombra

Prima di tutto, ci vuole il giardino: ma se lo spazio non manca, non è una cattiva idea pensare di installare, prima o poi, un bel gazebo. Un angolo di pace e relax, e soprattutto di ombra, che oltre alla sua funzione pratica potrebbe arricchire, anche dal punto di vista estetico, gli spazi verdi su cui si affaccia la vostra casa. Certo ce ne sono di tutti i tipi, modelli e misure, costi e materiali: dai classici in legno o in ferro, in acciaio o in alluminio, i tradizionali gazebo a pergola o quelli più moderni cosiddetti a vela. Vediamo quali sono i materiali più diffusi, e alcuni modelli.

Gazebo in legno

Il gazebo in legno è classico di settore, presente in tutte le forme e le misure: non troppo piccolo, chiaro, quindi meglio puntare su questa scelta solo in caso di ampi spazi. Il legno, per sua natura, la rende una struttura molto stabile. Si abbina agilmente a pavimentazioni in legno, a piante anche rampicanti, a vasi e fiori. 

Gazebo in ferro

Che sia in ferro battuto o in ferro zincato, il gazebo in ferro è un altro classico dei giardini, italiani e non solo. Per la sua grande duttilità, è possibile davvero trovarne di agghindati in mille modi, decorazioni e motivi particolari. Dal punto di vista strutturale, garantisce una buona resistenza, oltre che una certa leggerezza. Il gazebo in ferro è spesso parte integrante di un arredamento shabby chic. Ci sono anche di colore bianco: garantito l'effetto vintage.

Gazebo in alluminio

Con il gazebo in alluminio entriamo nel mondo dei gazebo pieghevoli: strutture che possono essere smontate e rimontate più volte, grazie alle loro caratteristiche di leggerezza – merito del materiale – e di resistenza. La loro flessibilità permette di cambiare location senza troppi problemi, in caso di necessità. Simili a quelli in alluminio, esistono anche dei gazebi in acciaio, che mantengono più o meno le stesse caratteristiche (aumentando ancora la resistenza, ma anche i costi).

Gazebo a pergola

Dopo i materiali, passiamo ai modelli. Il gazebo a pergola è chiaramente quello più diffuso. Già dal nome si capisce che richiama l'effetto di un pergolato, anche se a ranghi ovviamente ridotti (salvo grandi strutture e grandi investimenti): nella pratica è piantato a terra su quattro lati, può avere il tetto piatto oppure a punta, con coperture di vario tipo (anche in tessuto, come una tenda) e possibilità di chiusure laterali.

Gazebo a vela

Il gazebo a vela è un prodotto di design, che sta riscuotendo un discreto successo soprattutto negli ultimi anni. Rispetto al gazebo a pergola, che ha quattro “pali”, quattro punti di contatto con il terreno, il gazebo a vela ne può avere anche tre, e comunque si caratterizza per essere un open-air, dunque con la sola copertura superiore e solitamente senza la possibilità di chiudere i lati esterni. Ne esistono comunque versioni particolari, con alcune variabili rispetto al progetto originale.

Dove comprare un gazebo a Brescia

Impossibile non citare gli store per eccellenza, del giardino non solo: ovviamente Ikea Brescia, presente a Elnòs Shopping di Roncadlele. Nello stesso centro commerciale si trova anche Maison du Monde. Gazebo e accessori si trovano anche negli store dei grandi marchi del giardinaggio e del fai da te: tra i tanti possiamo citare Obi Italia, presente con vari negozi in provincia, e Bricoman, presente a Rezzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manutenzione obbligatoria caldaia: quanto costa e a chi rivolgersi

  • Volenterosi agricoltori cercasi: terreni gratuiti messi a disposizione dal Comune

  • Canipa e limonaia del XIII secolo: a Gargnano "residenze smart" per studenti e famiglie

  • Rimedi naturali per eliminare gli insetti dalla dispensa

  • Albero di Natale per la casa o il giardino: dove comprarlo a Brescia

  • Vernici ecologiche: prodotti naturali per colorare i muri di casa

Torna su
BresciaToday è in caricamento