Giovedì, 28 Ottobre 2021
Arredare

Come ricavare (e arredare) la nostra "zona hobby" tra le mura di casa

Consigli pratici per ricavare la nostra zona hobby tra le mura di casa

Che sia un angolo per la pittura o il disegno, per incollare i nostri amati francobolli o per smontare radio e apparecchi elettronici, velieri in legno o bricolage, è giusto che ognuno di noi sogni di avere uno studiolo da dedicare alle proprie passioni. In gergo tecnico, o quasi, la possiamo chiamare la “stanza degli hobby”, o più semplicemente “stanza hobby”: non serve avere spazi clamorosi, ma si può pensare di ricavare un angolo ad hoc in un'altra stanza, che sia il soggiorno o la camera da letto.

Meglio la stanza o la zona hobby?

Quindi se non è una vera e propria stanza, può diventare una “zona”. Ma come possiamo fare? Innanzitutto non dimenticate i tre punti fondamentali: organizzare lo spazio, scegliere bene dove mettersi e infine approfittare di mensole e ripiani. Primo punto: se il nostro hobby richiede molti attrezzi, dobbiamo avere a disposizione contenitori, scaffali, mensole e altro. Una soluzione moderna e curiosa: tinteggiare la parete con pittura magnetica, così da appendere oggetti e attrezzi.

Punto due: a proposito di pareti, se decidiamo di creare una “zona hobby” all'interno di uno studio, di una camera o del soggiorno, è sempre meglio allestire la nostra “area” su una parete isolata dal resto, così da non infastidire gli altri (e non farsi infastidire). Infine, i ripiani e le mensole: per ottimizzare lo spazio a disposizione possiamo approfittare dei pannelli forati, su cui appunto si potranno montare i ripiani e le mensole che ci servono.

Come arredare stanze per pittori e musicisti

Ma quali sono le stanze degli hobby più richieste? Manco a dirlo, escludendo il classico bricolage e fai da te, tra gli italiani (e i bresciani) le preferite sembrano essere la “stanza della musica” e la “stanza della pittura”. Nel primo caso, il riferimento è sia a chi suona uno strumento ma anche a chi semplicemente ascolta: l'arredamento da preferire è in stile minimal, quindi poche cose ma buone. Tra cui sgabelli, sedie, eventualmente scaffali per vinili e cd. Per insonorizzare la stanza: pannelli piramidali o pannelli fotoassorbenti.

Infine, la stanza della pittura: il posto ideale per rilassarsi per gli amanti del disegno e del colore. Anche stavolta meglio darsi al minimal, senza esagerare: quindi, per capirci, selezioniamo al dettaglio quello che ci serve. A partire, immancabile, dal cavalletto: e ancora una cassettiera da riempire con pennelli, colori, fogli e altro ancora. Magari anche un tavolo da “sporcare”, anche pieghevole, su cui scatenare la nostra creatività. 

Prodotti online

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come ricavare (e arredare) la nostra "zona hobby" tra le mura di casa

BresciaToday è in caricamento