Giovedì, 5 Agosto 2021
BresciaToday

Manovra anticrisi: ecco i 27 paesi a rischio nel bresciano

Secondi i dati Istat del primo gennaio 2010, i comuni della provincia di Brescia sotto i mille abitanti a rischio di estinzione sono ben ventisette. Ma ancora non si sa se verranno "fusi", o semplicemente raggruppati

Secondi i dati Istat del primo gennaio 2010, i comuni della provincia di Brescia sotto i mille abitanti sono ben ventisette. Ancora non si sa però se verranno “fusi”, o semplicemente raggruppati. Se il Sindaco sarà uno solo, oppure no. Insomma, l’incertezza e l’indeterminatezza per ora regnano ancora sovrane.

Detto ciò, nel bresciano i paesi in via d’estinzione alcuni si trovano in Valvestino, come il Comune che prende il nome dalla valle (con poco più di 200 abitanti) e Magasa, più piccolo ancora. In Valcamonica: Vione, Braone e Cimbergo.

Altri in Valle Sabbia: Mura, Pertica Bassa, Pertica Alta, Treviso Bresciano e Capovalle. E che dire di Irma: paese dell'alta Val Trompia che al primo gennaio 2010 a referto metteva 155 persone. Se considerati insieme, questi paesi sono più piccoli di una città come Chiari, che conta 18.597 abitanti.

Poi ci sono i paesi in bilico, come Ono San Pietro, il paese della Valcamonica che la scampa per miracolo con 1.005 anime registrare all’anagrafe. O Provaglio Valsabbia, con 989, ma regalare due e tre case per tirar su 11 volenterosi si fa presto. In fine, Saviore (Valcamonica) che è sopra la soglia di vita o di morte di un rassicurante gruzzolo di 7 cittadini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manovra anticrisi: ecco i 27 paesi a rischio nel bresciano

BresciaToday è in caricamento