rotate-mobile
Salute

Quante volte ci si lava i denti? I consigli per l'igiene orale dei bambini

Le famiglie chiamano, gli esperti rispondono: i consigli per una corretta igiene orale dei bambini

Non è ancora un allarme, ma è un segnale da non sottovalutare: per il 39% degli igienisti dentali la cura orale dei bambini è peggiorata negli ultimi due ani. Lo rivela l'indagine condotta da Key-Stone per Curasept, tra i leader in Italia nel settore: "Dai dati emerge un quadro di scarsa consapevolezza di quanto una corretta prevenzione possa influire positivamente sul benessere generale", commenta Paola Dalla Bruna, Scientific&Clinical Affairs Manager di Curasept. La ricerca, in particolare, ha messo in luce come il peggioramento della salute orale dei più piccoli non sia un fattore legato alla pandemia, "ma a fattori più strutturali". 

Secondo gli esperti interpellati da Curasept, sono questi i motivi del constante peggioramento della salute dei denti dei più piccoli:

  • Abitudini di igiene sporadiche o non consolidate, fattore ritenuto "rilevante" o "molto rilevante" dal 98% degli intervistati;
  • L'uso scorretto di strumenti per l'igiene dei denti, considerata "causa importante" per il 96% degli igienisti;
  • Il consumo abbondante di cibi zuccherati e alimenti cariogeni, per il 91%.

Una corretta igiene orale anche in vacanza

Un'occasione d'oro, spiegano ancora gli esperti, può essere il momento delle vacanze: un modo per reintrodurre o rafforzare abitudini igieniche in un momento in cui i bambini sono meno pressati da impegni, orari e scadenze. Così che per il prossimo autunno abbiano assimilato la corretta routine per la pulizia e la cura dei denti. Ma non va dimenticato il discorso relativo all'alimentazione.

I cibi ricchi di zuccheri sono i naturali nemici dei denti: i batteri responsabili della carie, infatti, si nutrono proprio di zuccheri. Ben diversa la questione di frutta e verdura, da sempre fedeli alleati: in particolare, in estate, sarebbe da stimolare il consumo di frutta non acida come anguria, melone, pesca e albicocca, e poi le verdure croccanti come snack (carote, peperoni, etc) e ancora frutta secca, yogurt e latte. 

Quando e come lavare i denti ai bambini

Curasept entra infine nel merito della "tecnica" e dei "tempi", e cioè: quando e come lavare i denti dei bambini. Non tutti sanno che, infatti, è consigliato pulire le mucose del neonato ancora prima della comparsa dei primi dentini. Alla comparsa dei dentini, invece, i genitori dovranno attrezzarsi con uno spazzolino ad hoc, con setole morbidissime e minime quantità di dentifricio (già consigliato al fluoro): le dosi andranno aumentate dai 3 anni in su. La prima visita odontoiatrica? Intorno ai 18/24 mesi di vita.

Quando il bimbo è già abbastanza grande ed è capace di lavarsi i denti da solo, la tecnica ideale consiste nello spazzolarli dalla gengiva al dente (ma sempre con delicatezza). Quando il bambino è poi in grado di sputare, si può anche introdurre il collutorio, per completare l'igiene orale. Una corretta igiene orale, soprattutto nella fase di crescita, deve essere effettuata almeno due volte al giorno: meglio la mattina e soprattutto la sera, prima di andare a dormire. Anche il filo interdentale deve entrare nella routine dei più piccoli, non appena il dentista lo consentirà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quante volte ci si lava i denti? I consigli per l'igiene orale dei bambini

BresciaToday è in caricamento