Domenica, 26 Settembre 2021
Salute

Perché ci viene il mal di gola con l'aria condizionata?

Ecco come evitare mal di gola, allergie e altri problemi quando si usa il condizionatore

Domanda legittima, e che si fanno in tanti: ma perché ci viene il mal di gola con l'aria condizionata? Succede anche in macchina, non solo in casa. E i motivi sono diversi. A partire dal semplice sbalzo di temperatura, quando è un po' troppo esagerato, che dunque costringe il corpo a uno sforzo e (complice la stanchezza) registriamo un calo di voce e un fastidio alla gola. Anche se in realtà sono molto più diffuse le problematiche legate alla polvere, allergeni, inquinanti atmosferici e anche microbi e batteri che stazionano nei nostri filtri.

Come pulire i filtri del condizionatore

Per questo è importante, e l'abbiamo già scritto, pulire periodicamente il nostro condizionatore, facendo particolare attenzione ai filtri. In questo caso la pulizia andrebbe effettuata almeno una, se non due volte l'anno: magari in primavera, oppure al cambio di stagione. Il filtro, ricordiamo, è di fatto la colonna portante dell'impianto. E' il componente che raccoglie lo sporco in generale, ma anche batteri e agenti patogeni (come muffe e funghi).

Prima di rimuoverli e pulirli è sempre meglio dare un occhio al libretto di istruzioni. Vanno tolti con molta attenzione, per evitare di romperli: non dimenticatevi di staccare la corrente. Il primo passo sarà rimuovere lo sporco superficiale con uno straccio: successivamente si potrà procedere con la pulizia a secco (utilizzando l'aspirapolvere, per una pulizia più superficiale ma comunque efficace, e veloce) oppure a bagno in acqua tiepida, e poi un'ulteriore disinfezione con prodotti ad hoc.

Cosa succede quando i filtri sono sporchi

Una cattiva (o mancata) pulizia può provocare una serie di fastidiosi (e pericolosi) inconvenienti. Questi sono solo alcuni dei sintomi conseguenti alla scarsa manutenzione dei filtri: mal di testa, irritazione degli occhi e della pelle, secchezza delle fauci e prurito, mal di gola, tosse, raffreddore, scolo retronasale, attacchi d'asma (per chi ne soffre), problemi respiratori (per i soggetti più fragili o predisposti). Non da meno gli effetti collaterali per chi soffre di particolari allergie.

Come evitare il mal di gola

Per evitare il mal di gola post-condizionatore, dunque, è bene procedere con una periodica profonda pulizia: anche contattando i professionisti del settore. Ma non vanno mai dimenticare la classiche raccomandazioni sull'utilizzo corretto dell'aria condizionata: impostare la giusta temperatura, ovvero mai superare i 7 gradi di differenza (in più o in meno) con l'ambiente esterno; non collocarsi mai direttamente sotto il getto dell'aria; impostare il livello di umidità tra il 40 e il 50%. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché ci viene il mal di gola con l'aria condizionata?

BresciaToday è in caricamento