Mercoledì, 28 Luglio 2021
Salute

Come smettere di russare

Sopra i 40 anni il 30% degli uomini e il 10% delle donne russa di notte: ecco come risolvere il problema

Foto di Kampus Production da Pexels

Un recente studio pubblicato dal Policlinico Ca' Granda di Milano ha rivelato che, raggiunti e superati i 40 anni d'età, quasi un terzo degli uomini (circa il 30%) e il 10% delle donne è russatore, pari al 4% e al 2% della popolazione complessiva. Un problema notturno che inevitabilmente coinvolte anche tanti, tantissimi bresciani: le cause, si legge, possono essere molteplici. Le più frequenti: ostruzioni delle vie aeree, deviazione del setto nasale, condizioni di sovrappeso e obesità.

Il fenomeno è presente anche nei bambini tra i 2 e i 6 anni, per cui si stima dall'1 al 15% di “russatori”: la circostanza spesso dipende dalla presenza di adenoidi e tonsille ipertrofiche (cioè molto ingrossate).

Cosa rischia chi russa troppo

E' bene ricordare, comunque, che il russamento notturno non rappresenta di per sé un problema grave o una patologia da risolvere a tutti i costi: certo può diventare fastidioso per il partner, ma anche per se stessi quando il fenomeno è tale da pregiudicare il riposo e i cicli di sonno e veglia. Non da meno la respirazione scorretta, che potrebbe invece comportare altri disagi ben più seri, come ad esempio le apnee notturne: si tratta, nel dettaglio, di vere e proprie interruzioni della respirazione che a lungo andare potrebbero essere cause di alcune patologie, tra cui quelle cardiache.

Rimedi naturali per smettere di russare

Per ovviare al problema è sempre meglio rivolgersi a un medico specialista. Ma esistono anche dei rimedi naturali noti per la loro efficacia. A cominciare da alcuni consigli spassionati: ridurre ad esempio il consumo di alcolici o cibi grassi e poco digeribili, ma pure ridurre (o meglio ancora eliminare) il fumo di sigaretta.

Tra i rimedi naturali più conosciuti segnaliamo il celebre cerotto nasale, capace di incrementare il flusso d'aria dalle narici; e ancora la tisana di valeriana, che migliora la qualità del sonno; infine gli oli essenziali, che grazie alle loro proprietà (decongestionanti, emollienti e disinfettanti) agiscono sulle mucose facilitando la respirazione. E' consigliabile anche provare il cuscino antirussamento.

La ricetta per dormire sonni tranquilli

Su questo fronte possiamo provare a preparare un mix di oli essenziali di eucalipto, pino, ginepro e menta piperita. I quattro ingredienti andranno miscelati in parti uguali, circa 25 millilitri ciascuno: fatto questo, andranno versate alcune gocce su un panno umido, da posizionare in inverno su un termosifone o una qualsiasi fonte di calore, oppure (in estate) all'interno di un diffusore di aromi o di un deumidificatore da posizionare in camera da letto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BresciaToday è in caricamento