Il tuffo che fa (sempre) bene: tutti i benefici del nuoto

Il nuoto è uno sport con la S maiuscola: considerato il più completo, è in grado di coinvolgere (quasi) tutti i muscoli del corpo

Disciplina sportiva per eccellenza, nei secoli dei secoli, e di sopravvivenza fin dagli albori della storia dell'uomo: sport olimpico fin dal 1896, dalla prima olimpiade moderna, il nuoto da sempre è considerato un toccasana per il benessere fisico, e non solo, perché in grado di coinvolgere quasi tutti i muscoli del corpo, riducendone al minimo i traumi, utile anche dal punto di vista riabilitativo. E con l'estate ormai ben avviata, la domanda è d'obbligo: cosa c'è di meglio di una bella nuotata per rinfrescarsi e per scacciare via lo stress del lavoro o dello studio?

Uno sport completo

Per le sue stesse caratteristiche, medici e allenatori considerano il nuoto come lo sport più completo: in particolare perché distribuisce il movimento in modo omogeneo su tutto il corpo. Non entriamo nel merito del nuoto agonistico, degli allenamenti durissimi e dei sacrifici: il nuoto come sport amatoriale, o come disciplina antistress, è consigliato per rimettersi in sesto, per rimettersi in forma, per migliorare la propria resistenza e per favorire il proprio benessere.

A lungo andare, il nuoto comporta un positivo aumento della massa magra, a discapito di una riduzione della massa grassa: allo stesso tempo, nuotare con continuità fa bene anche alle ossa, migliora la respirazione, ha una forte efficacia nella riduzione della spasticità e nel miglioramento generale della coordinazione motoria.

Imparare a nuotare

Come già trattato in una guida apposita, non è mai troppo tardi per imparare: anche a Brescia non mancano i corsi di nuoto per tutte le età, dedicati anche ai bambini nei loro primissimi anni di vita. E per chi è già sicuro di sé, non è da perdere l'occasione di un tuffo nelle acque dei laghi bresciani, soprattutto nel lago di Garda: non solo per l'estensione delle sue coste, ma perché abbiamo già pubblicato un'utile guida alle cinque migliori spiagge del Benaco bresciano.

Gli stili del nuoto

Sono quattro gli stili principali del nuoto, o per lo meno quelli considerati “ufficiali” e inseriti nelle categorie olimpiche: lo stile a farfalla, noto anche come delfino, considerato da molti il più spettacolare (e forse per questo il più difficile) perché richiede un notevole sforzo e una perfetta coordinazione di gambe e braccia.

Lo stile dorso è l'unico dove il volto di chi nuota non è rivolto verso il fondo ma verso l'alto (il cielo al mare o al lago, il soffitto se in una piscina coperta). Anche lo stile rana è uno dei quattro stili ufficiali del nuoto: in ultimo, ma non per importanza, lo stile libero, che in gara permette di utilizzare tutti gli stili possibili, liberamente. Il più noto e più utilizzato, anche se non considerato “ufficiale”, è lo stile crawl: quello che in pratica usano tutti, ma proprio tutti, quando c'è da nuotare.

Nuotare a Brescia

Per chi non avesse tempo di una vacanza al mare, o di una trasferta al lago, consigliamo di approfittare dei centri natatori, moderni e attrezzati, presenti a Brescia, sia pubblici (comunali) che privati. Solo per citarne qualcuno: Piscina Lamarmora in Via Rodi 20 (telefono 030 2421050), Centro Natatorio Mompiano in Via dello Stadio 22 (telefono 030 2004108), la Piscina di Viale Piave 40 (telefono 030 362638), le Piscine Tibidabo in Via Aldo Moro a Concesio (telefono 030 2752851).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La truffa viaggia su WhatsApp: attenzione anche ai messaggi ricevuti da veri amici

  • Follia in piazza: barista lancia sedie e tavolini e prende a schiaffi il comandante

  • Tragica morte a soli 15 anni: la disperazione di mamma, papà, sorella e fratellino

  • Tragedia nella notte: scooter si scontra con un'auto, morto un 14enne

  • Terribile frontale, ragazza estratta dalle lamiere dai pompieri: è gravissima

  • Cacciato di casa dalla moglie, vive nell'auto: soldi e cibo dai carabinieri

Torna su
BresciaToday è in caricamento