Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cura della persona

Cosa fare quando abbiamo il cuoio capelluto arrossato

Le cause e i rimedi naturali per risolvere il problema del cuoio capelluto arrossato

Foto di Armin Rimoldi da Pexels

Non ci sono solo i capelli grassi o secchi, o il fastidioso fenomeno del prurito: per una sfortuna commistione di fattori può capitare, ed è tutt'altro che raro, che il cuoio capelluto possa presentarsi arrossato, sia per motivi psicosomatici (come lo stress) che per irritazioni o eccessiva produzione di sebo. Ma non c'è bisogno di abbattersi, o peggio di arrendersi: come sempre non mancano facili rimedi (anche naturali) per affrontare e risolvere il problema.

Perché il cuoio capelluto arrossato

Domanda inevitabile: ma perché capita che il cuoio capelluto sia arrossato? Le cause sono molteplici: tra le più frequenti, come detto, c'è sicuramente la produzione eccessiva di sebo, e poi lo stress. Ma ne esistono parecchie altre, purtroppo c'è l'imbarazzo della scelta: l'utilizzo di shampoo e prodotti aggressivi, l'abuso di tinte e decolorazioni, l'uso di alcuni farmaci, spazzole troppo “dure”, problemi ormonali, allergie, inquinamento, dermatiti, psoriasi. E allora che facciamo?

Rimedi naturali per il cuoio capelluto

La soluzione, dicevamo, può arrivare anche da semplici rimedi naturali, che spesso non tutti conoscono. Vediamone alcuni tra i più efficaci:

  • Prodotti per la cute sensibile. Ovvero: seguire una hair care routine che sia adeguata per il nostro tipo di capelli. I prodotti più celebri: lozioni lenitive, shampoo purificanti, balsami nutrienti e fiale riequilibranti. In caso di arrossamento acuto, si può chiedere consiglio allo specialista o al dermatologo.
  • Lavare i capelli con attenzione. Una regola che dovrebbe valere sempre: fate attenzione quando vi lavate i capelli. E soprattutto, non esagerate se già avete il cuoio capelluto arrossato. Ma limitate i danni limitando gli shampoo: non più di tre volte a settimana.
  • I favolosi probiotici. Assumere probiotici può essere davvero la soluzione: si tratta, ricordiamo, di batteri organici fondamentali per l'equilibrio del nostro organismo, perché intervengono nel riequilibrio del Ph della palle, aumentando le difese naturali e, nel caso specifico, riducendo il rischio di arrossamenti della cute e caduta dei capelli.
  • Massaggi, erbe e oli essenziali. E' forse uno dei rimedi più efficaci: massaggiare la cute infiammata con erbe naturali e oli essenziali, applicandoli direttamente sulla zona interessata. Non male nemmeno l'olio di argan o l'olio di jojoba. E ancora: massaggi con uno scrub (purché sia naturale) per pulire e purificare la cute.
     
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa fare quando abbiamo il cuoio capelluto arrossato

BresciaToday è in caricamento