Come preparare ammorbidenti naturali e fai da te

Dal bicarbonato all'aceto, e poi lana e sale: alcuni imprevedibili alleati per il nostro bucato, per realizzare un ammorbidente naturale fai da te

Un altro capitolo del nostro viaggio alla scoperta di usi e consumi fai da te per rispettare l'ambiente, la casa e la salute: oggi parliamo dell'ammorbidente, detergente utilizzato durante il bucato in lavatrice per rendere i capi soffici, morbidi e più stirabili. Gli ammorbidenti tradizionali, chimici o industriali, sono prodotti inquinanti: dopo ogni lavaggio i residui finiscono nello scarico, contribuendo ad inquinare l'ambiente.

Per questo, come già avevamo trattato qualche mese fa parlando di detersivi naturali, può essere un'occasione per proteggere ambiente e salute l'idea di realizzare un ammorbidente completamente naturale (ma anche efficace e sicuro). Vediamo insieme alcune ricette.

Ammorbidente con acido citrico

Per preparare questo ammorbidente fai da te basta sciogliere 150 grammi di acido citrico al 10/15% (si trova anche in farmacia o erboristeria) in un litro di acqua demineralizzata, aggiungendo a piacere qualche goccia di olio essenziale: andranno poi versati circa 100 ml di prodotti per 4 o 5 chili di bucato, nella vaschetta dell'ammorbidente della lavatrice.

Ammorbidente con il bicarbonato

Non serve altro che il bicarbonato, considerato un ottimo ammorbidente naturale: basterà versarne mezzo bicchiere all'interno del cestello della lavatrice. Funzionerà sia come ammorbidente che come anticalcare, servirà ad addolcire l'acqua e a eliminare gli odori, facilitando l'azione dei tensioattivi. Mica male. E' possibile anche aggiungere del sale, da mettere insieme al bicarbonato nel cestello della lavatrice poco prima del risciacquo.

Ammorbidente con aceto bianco

Chi non ha in casa una bottiglia di aceto bianco? E' questo l'ingrediente necessario per questo ammorbidente fai da te, per cui basterà mescolare un litro di aceto di vino bianco con qualche goccia di olio essenziale di lavanda, menta o agrumi. L'aceto servirà a eliminare gli odori e ammorbidire i tessuti, oltre che decalcificante: ma attenzione, l'aceto è più aggressivo dell'acido citrico e a lungo termine potrebbe danneggiare o corrodere tubi e parti metalliche della lavatrice.

Altri rimedi: lana e sapone

Altri ammorbidenti alternativi sono le celebri “palline”, realizzate in lana organica e che vanno inserite nell'asciugatrice: serviranno per assorbire l'umidità, ridurre le piaghe e lasciare i capi morbidissimi (nota bene: sono riutilizzabili). Infine le noci del sapone: si tratta dei frutti (essiccati) della pianta Sapindus Mukorossi, capaci di rilasciare saponine naturali una volta entrati a contatto con acqua, con effetto detergente, antibatterico e disinfettante. Oltre che ammorbidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

  • In arrivo un nuovo supermercato: è l'undicesimo in meno di 10 chilometri

  • La fabbrica dell'evasione sul Garda: false operazioni per 270 milioni di euro, 24 arresti

  • Castiglione delle Stiviere: ragazzo di 19 anni si toglie la vita in casa

  • Fatture false per oltre 270 milioni di euro: tutti i nomi dei 24 arrestati

  • Il dramma di Giorgio, stroncato dal Covid a soli 52 anni: lascia moglie e figlia

Torna su
BresciaToday è in caricamento