Latte, olive candite e pane: viene dal lago di Garda il miglior gelato della provincia

I risultati della tappa bresciana del Gelato Festival Challenge: 23 gelatieri in gara, l'hanno spuntata (a pari merito) Nicola Cometti di Desenzano e Fabio Marmorio di Castiglione

Il gelatiere bresciano Nicola Cometti con la sua creazione

Sia chiaro, dal principio: è difficile che il gelato sia considerato una fonte di benessere, o tantomeno suggerito in qualsivoglia dieta. Ma come già abbiamo fatto con lo street food, è bello celebrare l'enogastronomia bresciana: ecco perché, dopo aver annunciato la finalissima nostrana, è il tempo di raccontare com'è andata al Gelato Festival Challenge di Brescia, in scena la scorsa settimana negli spazi di Cast Alimenti.

I vincitori della tappa bresciana

“Oro del Garda”: è questo il nome della ricetta del gelato che ha vinto la gara, a pari merito in realtà, realizzato dal gelatiere Nicola Cometti della Gelateria Vivaldi di Desenzano del Garda. Si tratta di un gelato a base latte con olio denocciolato (biologico) del Benaco, con olive candite e inclusioni di pane in forma di cous cous.

Questa invece la ricetta del gelato che si è meritato il primo premio ex aequo: cioccolato al caramello, caffè e limone, con inclusioni di cioccolato al caramello e liquirizia. Si chiama “DereGold”, realizzato per l'occasione da Fabio Marmorio della Gelateria Derecò di Castiglione delle Stiviere.

La “Challenge” del gelato in provincia di Brescia

Insomma, parla gardesano (anche Castiglione è appena oltre confine) il miglior gelato della provincia di Brescia. Selezionato nel corso della tappa bresciana del Gelato Festival Challenge, evento di selezione organizzato da Arte Bianca, concessionario Carpigiani. Data l'alta qualità delle proposte, si legge in una nota, la giuria ha assegnato anche due menzioni speciali (che potranno dunque sperare in un ripescaggio in vista della semifinale nazionale): “Arancia e Ginger H2O” di Stefano Vulcano de La Piccola Gelateria di Lovere, sul lago d'Iseo, e “Yogurt & Maracuja” di Luca Brina della Gelateria Brina di Cologno al Serio, provincia di Bergamo.

I due vincitori, Cometti e Marmorio, si sono intanto guadagnati di diritto l'accesso al prossimo Carpigiani Day, la seconda semifinale italiana di Gelato Festival World Masters, il campionato mondiale del gelato che andrà in scena nel 2021 nel campus della Carpigiani Gelato University a Bologna. Gusto, struttura, creatività e presentazione sono i quattro parametri con i quali sono stati valutati i gelati artigianali, promuovendo la scelta degli ingredienti, la maestria degli artigiani nell'elaborare la ricetta e il risultato complessivo valutata alla vista, al gusto e all'olfatto. 

Tutti i bresciani in gara

Questo infine l'elenco completo dei gelatieri bresciani che hanno partecipato al Gelato Festival Challenge: Cesare Rizzini della gelateria Alimento di Brescia, Adriano Panzera della gelateria Favalli di Ghedi, Fabio Tonoli de Il Gelato della Bottega di Ospitaletto, Elia Scaroni della gelateria Ape Regina di Calcinato, Francesco Della Maestra della gelateria Francis di San Zeno Naviglio, Monica Ferrari e Valentina Kmetko della gelateria Come una Volta di Villanuova sul Clisi, Mattia Taddeolini della gelateria Hakuna Matata di Moniga del Garda, Oscar Nassa della gelateria La Pecora Nera di Brescia, Silvia Agosti della gelateria Amande di Salò, Miriana Pinzoni ed Emanuela Volonghi della gelateria Maestri del Gelato di Manerba del Garda, Andrea Florioli della gelateria Ciocolat di Toscolano Maderno, Eva Pulcini della gelateria Pulcini di Iseo, Giuliano Bettelli della gelateria L'Azzurra di Verolanuova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Così ritornerà la zona gialla, con coprifuoco alle 24 e ristoranti aperti a cena

  • Francesca presa a calci e pugni in faccia, poi soffocata e stuprata: "Una cosa mai vista"

  • Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

  • Il lago in burrasca fa paura: le onde travolgono il cantiere della passeggiata

  • "Mi tradiva con Stefano, avevo paura che mi portasse via i figli: ho perso la testa"

  • Trovato un cadavere senza testa: è della donna scomparsa da 2 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento