Dinner cancelling: ecco come funziona la "dieta di Fiorello"

La chiamano “dieta di Fiorello”, ma in realtà il dinner cancelling (la dieta senza cena) è un'idea del nutrizionista tedesco Dieter Grabbe. Vediamo come funziona, i vantaggi e le controindicazioni

Da mesi è nota ormai come la “dieta di Fiorello”: questo perché il celebre showman, all'inizio di quest'anno, ha raccontato di praticarla con costanza. Ma non tutti sanno, però, che la cosiddetta “dinner cancelling” (liberamente tradotto: dieta senza cena) è un'idea di Dieter Grabbe, nutrizionista tedesco classe 1969 che la propose al grande pubblico addirittura una ventina d'anni fa. In Italia, invece, il boom mediatico è arrivato nel 2020: potere della televisione.

Come funziona la dieta dinner cancelling

Nel suo celebre libro, intitolato appunto “Dinner Cancelling”, Grabbe parla della sua dieta come “il metodo vincente per essere in gran forma e perdere peso: è un metodo che fa bene al corpo, migliora l'umore e mantiene giovani più a lungo anche mentalmente”. Ma come funziona? “Nutrirsi con una dieta equilibrata fino alle 17 – dice Grabbe – e poi, tre volte alla settimana, invece di cenare consumare snack leggeri e bevande complete di ogni sostanza salutare”.

Il risultato, spiega ancora Grabbe, si traduce con una perdita di peso, una disintossicazione generale, con la stimolazione della produzione di melatonina – la sostanza che aiuta il sonno e il riposo – e dell'ormone della crescita, che rallenta invece i processi dell'invecchiamento. Ma è davvero così? Analizziamo nel dettaglio i vantaggi e gli svantaggi.

Digiuno intermittente: 16 ore senza mangiare

Nello specifico, il dinner cancelling fa parte dei modelli di digiuno intermittente che seguono lo schema 16-8, ovvero 16 ore senza mangiare e 8 in cui ci si alimenta in modo normale, sempre evitando gli eccessi. Per questo l'ultimo pasto andrebbe consumato alle 17, anticipato da uno spuntino leggero per evitare i morsi della fame nelle ore serali. Il digiuno è (quasi) totale, perché sono ammesse bevande non caloriche come acqua o tisane, purché senza zucchero, dolcificante o latte. 

Vantaggi e svantaggi del dinner cancelling

E' lo stesso Grabbe, l'ideatore della dieta, a sottolinearne i vari benefici: a partire dall'aumento della concentrazione, maggiore energia, perdita di peso e di grasso corporeo, riduzione della pressione, glicemia (con aumento della sensibilità insulinica) e colesterolo, riduzione dei processi di invecchiamento, miglioramento della qualità del sonno.

Ma come tutte le diete, checché se ne dica, non mancano le controindicazioni. Se pure non si rischiano problemi di salute – il digiuno non dura giorni e giorni, ma solo poche ore – anche se intermittente alcune categorie particolari farebbero meglio a evitarlo. Parliamo, ad esempio, di donne incinte o nella fase di allattamento, persone sottopeso o con disturbi alimentari, i bambini fino alla fine della crescita e le persone con patologie. Bando anche alle false illusioni: la dinner cancelling è solo una dieta, dunque va sempre affiancata a uno stile di vita sano e a un po' di attività fisica (e soprattutto, niente miracoli!). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

  • In arrivo un nuovo supermercato: è l'undicesimo in meno di 10 chilometri

  • La fabbrica dell'evasione sul Garda: false operazioni per 270 milioni di euro, 24 arresti

  • Castiglione delle Stiviere: ragazzo di 19 anni si toglie la vita in casa

  • Fatture false per oltre 270 milioni di euro: tutti i nomi dei 24 arrestati

  • Il dramma di Giorgio, stroncato dal Covid a soli 52 anni: lascia moglie e figlia

Torna su
BresciaToday è in caricamento