Sabato, 20 Luglio 2024
Alimentazione

Il digiuno intermittente: è una dieta che funziona?

Spopola sul web la dieta del digiuno intermittente: ma fa davvero dimagrire?

In queste ultime settimane è diventato un trend topic su Twitter, tornando prepotentemente d'attualità: parliamo del digiuno intermittente, una sorta di “dieta” di cui in realtà si discute da anni, in particolare sul fronte dei reali benefici. Nemmeno la perdita di peso, infatti, sembrerebbe garantita: a fronte però di significativi miglioramenti sul fronte della salute. Ma quali sono invece gli effetti collaterali di tale dieta?

Cos'è il digiuno intermittente

Andiamo con ordine. Per digiuno intermittente s'intende uno schema dietetico basato su periodi di elevatissima restrizione calorica (appunto, fino al digiuno) alternati a periodi di normale assunzione di cibo. I vantaggi accertati di tale dieta, purché sia periodica e soprattutto temporanea, interesserebbero sia la regolazione del glucosio del sangue che i livelli delle pressione sanguigna, oltre a miglioramenti della frequenza cardiaca a riposo e (a lungo termine) una riduzione di radicali liberi e quindi un ritardo nell'insorgenza di malattie come ictus e Parkinson.

Il digiuno intermittente fa dimagrire?

Ma sul dimagrimento? Il deficit calorico conseguente al digiuno intermittente, infatti, non farebbe dimagrire nell'immediato, quanto piuttosto stimolare il metabolismo. Per dimagrire davvero il digiuno andrebbe affiancato a una dieta sana e varia, oltre che all'attività fisica. In tal senso segnaliamo lo studio della California University di San Francisco, che avrebbe rivelato di come il digiuno intermittente faccia dimagrire esattamente come una qualsiasi dieta che preveda la riduzione delle calorie giornaliere.

Attenzione agli effetti collaterali

Ai vantaggi anticipati qualche riga fa, però, possono inevitabilmente seguire degli effetti collaterali. Ce ne sono alcuni anche di tipo psicologico: ovvero, il senso di fame che ci porterebbe ad abbuffarci convinti che un successivo digiuno basti per dimagrire. E invece non è affatto così. A lungo andare, si corre poi il rischio di una diminuzione della massa muscolare. Ma non si escludono nemmeno seri danni all'organismo.

In tal senso è lampante la raccomandazione dell'Iss, l'Istituto superiore di Sanità: “Quando si parla di riduzione del numero delle calorie (restrizione calorica) e soprattutto di digiuno, è bene ricordare che gli effetti sulla salute possono essere imprevedibili e in alcuni casi anche pericolosi. Per questo motivo – conclude l'Iss – è importante evitare di cambiare radicalmente le proprie abitudini alimentari senza il parere di un medico o di un esperto del settore”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il digiuno intermittente: è una dieta che funziona?
BresciaToday è in caricamento