Domenica, 13 Giugno 2021
Attualità

Dopo la tartaruga cinese, sul lago l’invasione delle vongole giganti

L’ultimo avvistamento a Sirmione, forse la più grande mai vista prima: da anni l’ecosistema gardesano alle prese con le specie “aliene”

Vongola Anodonta gigante (foto d'archivio)

Non è la prima, non sarà l’ultima: ma soprattutto non è da sola. La vongola gigante agita le acque dell’ecosistema del lago di Garda: sembra che la stessa specie sia presente ormai da anni, ma l’ultimo avvistamento - ad inizio settimana - racconta di una vongola del tipo Anodonta con un diametro di oltre 12 centimetri. Insomma la più grande mai vista finora.

Fa parte di quelle che vengono definite “specie aliene”: dunque non autoctone ma trasferite da habitat esotici, e che hanno il difetto di inflazionare l’ecosistema che le circonda, provocando danni a volte anche considerevoli al “sistema ambiente”.

La Fondazione Mach che da tempo si occupa del problema ne avrebbe censite già più di 40, di specie aliene sul lago di Garda. Tra queste appunto anche l’Anodonta, e altre vongole “straniere” che da tempo stazionano sui fondali e sugli scogli.

La vongola gigante è stata avvistata (e fotografata) a Sirmione: le immagini hanno già fatto il giro delle pagine social degli esperti di settore. Meno di un paio di settimane fa un’altra specie aliena era stata inquadrata sul lago: si trattava di una tartaruga, per cui si crede però ci sia solamente un esemplare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la tartaruga cinese, sul lago l’invasione delle vongole giganti

BresciaToday è in caricamento